Giunti a Milan TV: “Mancano ancora tre partite, siamo in corsa”

Giunti a Milan TV: “Mancano ancora tre partite, siamo in corsa”

Federico Giunti, tecnico del Milan Primavera, ha commentato, ai microfoni del canale tematico rossonero, il pareggio per 1-1 del ‘Vismara’ contro l’Empoli

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Federico Giunti, tecnico del Milan Primavera, ha commentato, ai microfoni del canale tematico rossonero ‘Milan TV‘, il pareggio per 1-1 del ‘Vismara‘ contro i pari età dell’Empoli di Lamberto Zauli. Queste le dichiarazioni di Giunti:

“Il momento è questo. Noi dobbiamo avere la consapevolezza di non mollare fino alla fine. È chiaro che questi ragazzi stanno in apnea, di classifica e di autostima. Troppe volte, almeno da quando sono arrivato io, abbiamo fatto buone prestazioni ma non siamo riusciti a dare un seguito più lungo di 2-3 partite. Questa, probabilmente, è la nostra pecca. La continuità. Questo pareggio, guardando i valori in campo, è giusto. Non dobbiamo recriminare su niente, abbiamo dato tutto quello che avevamo, credo che ci tenga ancora in corsa. Mancano ancora tre partite, abbiamo al momento agguantato il Sassuolo. C’erano dei giocatori che non avevano mai giocato e vi assicuro che quelli che come Antonio Mionic, Riccardo Tonin, Alberto Barazzetta, che a sinistra non ha mai giocato, tutti 2001, sentono più degli altri la partita. Hanno fatto tutti la loro parte, li ringrazio, perché abbiamo bisogno di tutti fino alla fine, perché abbiamo oggi perso un paio di elementi che hanno sempre giocato. Emanuele Torrasi è da un po’ che non è con noi, dobbiamo sopperire con tutti gli altri, che saranno chiamati in causa e dovranno fare la differenza. Il risultato porta ad una classifica che non è mai stata dalla parte di questi ragazzi; vi assicuro che non è facile, perché parecchi di questi ragazzi, 2001, vengono dall’Under 17, e quindi c’è questa piccola differenza. Uscire dal settore giovanile e disputare un campionato dove contano i punti ti porta a ‘subire’ una pressione che, chiaramente, per dei ragazzi di questa età, non è facile gestire per chi porta la maglia del Milan. Sono discorsi che faccio tutte le sante settimane, tutte le volte che ho modo perché voglio farli entrare in campo tranquilli. In una partita di calcio la cosa più bella è quando si mette piede in questi campi qui. Adesso abbiamo tre partite, ma dobbiamo pensare ad una gara per volta, la prossima è quella più difficile perché l’Udinese è già retrocessa, non ha nulla da chiedere al campionato, e ci metterà in difficoltà. Prova ne è il pareggio che ha fatto ieri con la Juventus”.

Al termine del match ha parlato, ai microfoni di ‘SportItalia‘, anche il difensore della Primavera rossonera, Tommaso Merletti: per le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy