Romagnoli, capitano e in campo e fuori in cerca di una rivincita

Romagnoli, capitano e in campo e fuori in cerca di una rivincita

Alessio Romagnoli è diventato uno dei pilastri della difesa rossonera. A 24 anni il difensore centrale è anche un capitano carismatico

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Tra i tanti temi a tinte rossonere toccati questa mattina da “La Gazzetta dello Sport” c’è anche la crescita di Alessio Romagnoli. Il difensore centrale rossonero è diventata una figura chiave per il Milan di Rino Gattuso e domenica, al derby, potrebbe prendersi la rivincita dopo il clamoroso errore del derby d’andata. Intanto, in attesa del big match, il difensore rossonero ha incassato in questi giorni i complimenti di Maldini e Baresi, che lo hanno indicato come loro erede: “A 24 anni non ero pronto per avere la fascia al braccio, facevo fatica a trasmettere certi concetti” ha spiegato Maldini, riferendosi al ruolo e alla giovane età del numero 13. Mentre Baresi ha dichiarato che: “Romagnoli è un ragazzo attento e concreto, non a caso ha la stima di tutti: compagni, allenatore e società. Le sue qualità erano evidenti fin da subito, mentali e tecniche, è stato giusto dargli la fascia. Imporsi al Milan alla sua età non è facile”.

Milan, la difesa è super: ecco i tre segreti di Gattuso

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy