PM – Gattuso: “Mercato? Arriveranno un centrocampista e un attaccante”

PM – Gattuso: “Mercato? Arriveranno un centrocampista e un attaccante”

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, è intervenuto in conferenza stampa al termine del successo dei rossoneri sulla Spal: le parole del tecnico calabrese

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Al termine del successo di San Siro contro la Spal, Gennaro Gattuso è intervenuto in conferenza stampa: “Nel primo tempo abbiamo fatto la differenza con Suso e Abate, il rammarico è non averla chiusa prima. Abbiamo avuto tantissime occasioni e siamo stati capaci di reagire. La differenza è stata la velocità del pallone”.

Su cosa ha detto nello spogliatoio: “Gli ho consegnato una busta. Credevano ci fossero dei soldi, invece c’erano un cardio e un elastico. Nei primi giorni riposeranno, poi lavoreranno sulla forza”.

Su Higuain: “E’ difficile cambiare le abitudini dopo che per molto tempo sei abituato a segnare. Ha vissuto male questo periodo, butterebbe giù qualsiasi essere umano quando non segna”.

Su Donnarumma: “E’ tra i portieri più forti del mondo. Lo penso davvero. Deve imparare, così come altri, a lasciar perdere i commenti. Deve dedicare l’ora e mezza in cui smanetta con il cellulare a restare a Milanello”.

Sul mese di dicembre: “E’ stato un mese in cui si è dormito poco, facevamo fatica. E’ stato difficile, così come tutti gli ultimi 3-4 mesi. Abbiamo sempre avuto problemi, non avendo avuto tutta la rosa a disposizione. L’involuzione è dovuta anche dal fatto di aver perso interpreti che permettevano di giocare 4-3-3. Vogliamo arrivare in primavera attaccati alle rivali per la Champions, che è il nostro Scudetto”.

Su Conti: “In questo momento Calabria e Abate hanno qualcosa in più. Se vogliamo giocare con un centrocampo a cinque, lui ha caratteristiche che gli altri non hanno. Ha avuto un infortunio grave, dobbiamo aspettarlo, ma ci crediamo”.

Sulle parole di Leonardo e Maldini: “C’è grande rispetto e amicizia a livello professionale, spesso ci troviamo d’accordo. Siete voi che rompete le scatole da inizio luglio, in Italia solamente Allegri non si può sentire in discussione. Se i risultati non arrivano, il primo a pagare è l’allenatore. Io sbaglio spesso, ma continuo a lavorare e spero di entrare sempre nella testa dei giocatori: sono loro che ti fanno vincere”.

Sul mercato: “Arriveranno un centrocampista e un attaccante, ma seguite la linea di Leonardo. Abbiamo dei paletti, non aspettatevi grandi cose”:

RIVIVI MILAN-SPAL CON LE NOSTRE PAGELLE!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy