Gattuso a Milan TV: “Bakayoko? I panni sporchi si lavano in famiglia”

Gattuso a Milan TV: “Bakayoko? I panni sporchi si lavano in famiglia”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Milan TV’ al termine del match di ‘San Siro’ contro il Bologna: le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Milan TV‘ al termine del match di ‘San Siro‘ contro il Bologna. Queste le dichiarazioni di Gattuso:

Sulla partita: “Sembrava la copia della partita contro la Spal. Tanta roba scolastica, la palla pesava. Cinque giorni non facilissimi. I giocatori che non giocavano da tanto tempo hanno dimostrato rabbia, voglia. Vedendo la classifica stamattina non era un bel vedere, ma oggi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Giocando così a Firenze è difficile, ma vediamo quello che riusciremo a fare”.

Sul pubblico: “Mi aspettavo che al primo errore, o se andavamo sotto, ci avrebbero contestato. Invece in 51mila ci hanno incitato, sempre. Onore a loro, mi aspettavo un ambiente diverso”.

Sul rifiuto di Tiemoue Bakayoko: “Bakayoko? Gli ho chiesto di entrare, ci ha messo 7-8’ per mettersi gli scarpini … Oggi la priorità è il Milan, la società, i giocatori, tutte le componenti. Mi è capitato spesso di discutere con i miei allenatori, ma i panni sporchi si lavano in casa. Domani ci vedremo a Milanello, ci guarderemo negli occhi e ci parleremo”.

Sul momento del Milan: “Dopo il derby, ci siamo fatti del male, a livello calcistico, a livello tecnico-tattico. Ma non soltanto. Per mesi non si è fatto altro che parlare delle problematiche. Noi stiamo regalando troppo sotto questo aspetto. Quando sono venuti Gazidis e Maldini ne ho parlato: ho lasciato passare delle cose perché vedevo troppa tensione, erano tanti anni che i giocatori non si giocavano cose importanti con questa maglia. Al primo ritardo, hanno pagato tutti. Voglio essere coerente, e vado avanti con ciò che ritengo sia giusto”.

Sul rush finale della stagione: “Dobbiamo capire cosa è successo in questi mesi: cambio societario, il giocatore più importante è andato via. L’asticella l’ho alzata io. Ma questa squadra ha grandi valori, tanti giovani e tanti margini di miglioramento. Se andiamo a paragonarci con le altre rose stiamo facendo davvero cose importanti”. Per le pagelle dei giocatori rossoneri al termine di questo Milan-Bologna di campionato, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy