LIVE PM – Montella: “Il 3-5-2 non è un problema per Suso. Conti? Ci spiace, ma abbiamo alternative”

LIVE PM – Montella: “Il 3-5-2 non è un problema per Suso. Conti? Ci spiace, ma abbiamo alternative”

Alle 12.30, nella sala stampa di Milanello, Vincenzo Montella parlerà alla vigilia della sfida contro l’Udinese nella consueta conferenza stampa pre-match

Termina qui la conferenza stampa di Montella.

Sui cambi in corsa: “Alcuni giocatori permettono di cambiare sistema di gioco, magari in alcune partita si giocherà senza incontristi, tutto è in evoluzione”.

Su Calhanoglu: “Deve continuare a lavorare così, dal primo giorno ho visto un ragazzo con talento e disponibilità. Mentalmente è un ragazzo che non si ferma durante la partita. Deve accelerare, lo farà presto. Sono convinto che ci arriverà, ha grande talento e disponibilità”.

Su Kessiè: “Insostituibile? Si valuta di volta in volta, ne abbiamo diversi. Se sta bene gioca, non mi preoccupa il suo percorso”.

Sulla classifica: “Siamo all’inizio, abbiamo perso una partita e ne abbiamo vinte due. In tre giorni giocheremo due partite in casa, dobbiamo prepararci a questo”.

Sull’Europa League: “Ogni partita va giocata come se fosse l’ultima”.

Sulle sconfitte dell’anno scorso con l’Udinese: “Sono partite che vince solo una squadra affamata, più tardi faremo la parte video”.

Sulla squadra: “Siamo una squadra nuova, la verità su quale squadra siamo verrà fuori nel giro di un mese. Non possiamo accontentarci di una grande vittoria, abbiamo bisogno di portare il Milan in alto. C’è il percorso tecnico-tattico e quello mentale. A volte si vince con la tecnica, a volte spero di vincere in maniera sporca, con la fame e l’agonismo”.

Su Kalinic: “Per me ha fatto un’ottima partita, deve crescere ancora ma sono molto soddisfatto”.

Sulla formazione: “Giocando ogni tre giorni ci sarà spazio per tutti. Cutrone è stato dimenticato da alcuni di voi, ma ci aiuterà ancora molto. Le scelte verranno fatte di volta in volta”.

Su Romagnoli: “In una difesa a tre penso sia importante avere un centrale mancino, non è obbligatorio ma fa la differenza. Eventualmente adatteremo Antonelli o Rodriguez”

Su Conti: “Ci dispiace, ma in rosa abbiamo giocatori con caratteristiche che si avvicinano, come Abate. Ha qualche anno in più, ma l’anno scorso ha fatto una grande prima parte di stagione prima dell’infortunio. Calabria ha caratteritiche diverse, vediamo”.

Su Bonucci: “E’ abile sia a tre che a quattro. L’anno scorso in Champions la Juve ha giocato a quattro, è in grado di giocare in un modo o nell’altro”.

Sulla settimana: “Le partite sono davvero ravvicinate, stiamo facendo la costruzione a tre come in alcune delle partite della passata stagione.

Su Suso: “Non ci saranno problemi, è un giocatore importante, è sempre stato risolutivo, può giocare nel 3-5-2, nel 3-4-2-1 o come volete chiamarlo. Anche quest’anno sarà importante, la turnazione ci sarà, ma non è una cosa negativa”.

Sul Milan di Zaccheroni che vinse con l’Udinese dopo una sconfitta: “Avevo la mentalità di un calciatore, ma le sconfitte a volte possono essere salutari”

Sulla sfida di Roma con la Lazio: “Possono esserci diverse spiegazioni, probabilmente una sul piano tattico. Probabilmente all’inizio sembrava una partita in discesa, è un bene che sia capitata questa brutta figura, mi auguro che rimanga addosso per un po’. Dobbiamo pensare sempre e solo alla vittoria, avendo quella fame necessaria per vincere le partite anche sporche”.

Ancora sul portoghese: “Ha potenzialità evidenti, gli auguro di diventare tra gli attaccanti più forti d’Europa, deve diventare più cinico, anche se l’altro giorni ha fatto tre gol”.

Su Kalinic e Andrè Silva: “Stiamo parlando di calciatori di grande talento, non riesco a starvi dietro (ride, ndr). Un giorno sono fenomeni, un giorno flop. Per chi arriva da altri campionati serve equilibrio, nel bene e nel male. Il valore si misura nel tempo, sono sulla buona strada”.

Sulla difesa a tre: “Credo che si dia troppa importanza al modulo. L’altro giorno ci sono stati un approccio e una mentalità diversi, da squadra ferita. La velocità della palla mi ha impressionato”.

Sulla sfida con l’Udinese: “Prima dell’avversario dobbiamo pensare a noi stessi. L’unico obiettivo dev’essere la vittoria, ci saranno meno spazi dell’altra sera. Mi aspetto che la squadra abbia la stessa fame e la stessa preparazione alla partita, nella maniera adeguata”.

Si inizia: “Ieri è stata una giornata molto triste, quando un ragazzo si fa male c’è tristezza. L’intervento è riuscito bene, sono convinto che il ragazzo reagirà bene, ha grande entusiasmo, gioca con freschezza. Gli auguriamo una pronta guarigione, lo aspettiamo per rincuorarlo”.

12.29 – Ecco Vincenzo Montella: a breve la conferenza.

12.25 – Arriveranno nel pomeriggio i convocati di Montella per la sfida di San Siro, la seconda in campionato per il Milan: all’esordio, vittoria 2-1 sul Cagliari.

12.19 – Sono 42 i precedenti tra Milan e Udinee: 23 vittorie rossonere, 14 pareggi e 5 vittorie friulane.

Amici di Pianetamilan.it, benvenuti al Centro Sportivo di Milanello, dove alle 12.30 Vincenzo Montella parlerà in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Udinese. Nemmeno il tempo di archiviare la vittoria di Vienna, infatti, che i rossoneri tornano in campo domani in campionato contro i bianconeri di Delneri. Non ci sarà, come risaputo, Andrea Conti, fresco di rottura al crociato. Seguite con noi la conferenza!

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Udinese: forse non tutti sanno che…

Verso Milan-Udinese, il parere tecnico di Bazzani sulla squadra friulani

Verso Milan-Udinese: modulo confermato, cambiano gli uomini

Verso Milan-Udinese: news, formazioni, info, curiosità

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy