Milan, Locatelli bene contro il Chievo, ma si può fare di più

Milan, Locatelli bene contro il Chievo, ma si può fare di più

Manuel Locatelli contro il Chievo ha offerto una prestazione sufficiente. Da lui ci si aspetta di più, ma senza pressione e in maniera graduale

di Redazione

“Locatelli diventerà il nuovo Pirlo”, sentenziò Silvio Berlusconi lo scorso febbraio. E questa frase potrebbe portarsela per tutta l’inizio della sua carriera il giovane Manuel Locatelli, “canterano” rossonero che ieri, nella vittoria di Verona contro il Chievo, ha fatto il suo esordio stagionale dal primo minuto con la casacca rossonera. Una gara giocata senza infamia e senza lode, con qualche disimpegno sbagliato che poteva costare caro alla difesa del Milan ma con alcuni ottimi recuperi in fase di non possesso. Locatelli deve crescere, con calma. Ricordiamo che è un classe 1998 e ha solo 18 anni.

Tutti i tifosi del Milan, nelle prossime partite, si aspettano che il nativo di Lecco aumenti sempre più il livello qualitativo delle sue prestazioni. Ieri Vincenzo Montella gli ha dato fiducia, al posto dell’infortunato Riccardo Montolivo, capitano rossonero, premiandolo con un posto da titolare con una maglia pesante come quella del Milan e Locatelli è sembrato davvero quasi come un veterano, con la calma che gli addetti ai lavori dicono sia una sua caratteristica anche fuori dal campo. Adriano Galliani, nella serata di ieri, ai microfoni delle televisioni ha ammesso di come abbia visto il giovane rossonero davvero tranquillo e a suo agio durante le ultime due settimane appena trascorse. Il “supergol” del 3-3 contro il Sassuolo ha di fatto segnato una cesura nella carriera calcistica di Locatelli, passato in breve tempo dalla pubertà all’età adulta. Ma Montella continua a predicare calma e anche se la prestazione di ieri non è stata ottima, il tecnico del Milan ha elogiato a prescindere Manuel. Tenendoselo stretto e trattandolo quasi come un figlio.

Il Milan è secondo in classifica, in attesa del big match di sabato sera contro la capolista Juventus, e Montella potrebbe riproporre Locatelli. Dipenderà tutto dal lavoro negli allenamenti di questa nuova settimana, ma al momento il Milan ha solo il lecchese nel ruolo di regista e adattare altri centrocampisti in quel ruolo sarebbe un puro azzardo. Così come quello di schierare in campo Locatelli dal primo minuto contro la Juventus, ma questi sono azzardi che Montella si può permettere. I tifosi ringraziano, ma bisogna evitare di mettere pressione ad un giovane che ha sicuramente tutte le carte in regola per diventare una bandiera del Milan.

Ruggiero Daluiso

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – Milan, Fabregas si avvicina: retroscena sull’operazione

Milan, finalmente! I rossoneri vincono e convincono

Milan, seconda miglior partenza dall’anno dell’ultimo Scudetto

Cessione Milan – Presentazione della lista investitori ritardata di 10 giorni

De Sciglio: “Contro la Juventus la rivincita della Coppa Italia. Io capitano? Mi piacerebbe”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy