Calciobidone 2018, vince Kalinić: è il primo milanista di sempre

Calciobidone 2018, vince Kalinić: è il primo milanista di sempre

Nikola Kalinić, trasferitosi la scorsa estate dal Milan all’Atlético Madrid, ha vinto il Calciobidone 2018 per la pessima stagione rossonera 2017-2018

di Redazione

Nell’anti-Pallone d’Oro per eccellenza prevale per la prima volta un milanista. Ed è subito derby grazie alla vittoria nel “Jolly” da parte di João Mário dell’Inter

E’ diventato papà (per la seconda volta) proprio pochi giorni fa. Ma questa possiamo considerarla l’unica notizia positiva di un periodo non certo da ricordare per il croato Nikola Kalinić, passato da acquisto top del Milan nell’estate 2017 a grande flop appena un anno dopo, non riuscendo a confermare le buone stagioni alla Fiorentina.

E neppure la cessione all’Atlético Madrid, dove non ha lesinato critiche all’ambiente rossonero, è servito a farlo “rinascere”. Come ciliegina sulla torta, quindi, Kalinic si è aggiudicato anche il Calciobidone 2018, il tradizionale appuntamento di fine anno assegnato dal portale Calciobidoni.it grazie ai voti degli oltre 13.000 utenti (13.323 per la precisione, nuovo record) che hanno affollato i siti di Calciobidoni, Fantagazzetta, Guerin Sportivo e Delinquenti del Pallone esprimendo le proprie preferenze.

UN PADRE “ORFANO” DEL GOL – L’ex rossonero Kalinić stravince questa 10^ edizione “conquistando” il 49,1% delle preferenze, totalizzando 6.546 voti complessivi, a causa di un’annata decisamente incolore, con appena sei reti realizzate e mettendo la firma a una clamorosa autorete nella finale di Coppa Italia (stra)persa contro la Juventus. Al secondo posto, praticamente “doppiato” il romanista Patrik Schick (2.568 voti e 19,3%), proveniente da una stagione in netto chiaroscuro (appena 2 reti) nonostante sia stato l’acquisto più costoso nella storia dei giallorossi. Terza piazza per un altro milanista: André Silva (1.774 voti e 13,3%), anche lui a segno solo in due occasioni e presto rispedito in Spagna, dove però torna a gonfiare le reti avversarie. Fuori dal podio il terzino Henrique Dalbert dell’Inter, che prosegue la triste epopea della fascia sinistra nerazzurra.

JOLLY NERAZZURRO – Ed è proprio un altro giocatore dell’Inter – squadra ormai tradizionalmente avvezza a questo particolare riconoscimento – a conquistare la speciale menzione “Jolly” del Calciobidone, l’ironico e beffardo “premio” organizzato da Calciobidoni.it in collaborazione con Fantagazzetta, Guerin Sportivo e Delinquenti del Pallone): si tratta di João Mário (che conquista il 9% delle segnalazioni), già tra i candidati “ufficiali” nell’Edizione del 2017, quando si piazzò al 5° posto finale, che in questo ulteriore anno in nerazzurro non è stato capace di riscattarsi, relegandosi a una figura marginale nello scacchiere di Spalletti.

Al secondo posto il tedesco Benedikt Höwedes della Juventus (8%, oggi alla Lokomotiv Mosca), mentre sul gradino più basso di un podio imbarazzante giunge Hakan Çalhanoglu del Milan (4%), ancora a secco nel girone d’andata del campionato. A seguire: Lucas Biglia (Milan), Felipe Caicedo (Lazio), Maxime Gonalons (Roma), Ricardo Rodríguez (Milan), Andreas Cornelius (Atalanta), Everton Luiz (Spal) e Héctor Moreno (Roma). I giocatori complessivamente segnalati in questa edizione salgono a 79, altro record.

Il fresco vincitore Nikola Kalinić succede a Gabriel Barbosa Gabigol ed è il primo milanista a vincere questo particolare riconoscimento: nel 2014, infatti, Fernando Torres conquistò solo il Jolly. Nelle ultime edizioni è stata l’Inter a fare incetta di “successi”, nel 2016 con Geoffrey Kondogbia (con Gabigol Jolly, che si confermò grandissimo flop affermandosi come trionfatore nell’edizione 2017). Il Calciobidone quest’anno è quindi appannaggio delle due squadre di Milano, sintomo di una stagione non propriamente da considerare memorabile.

ALBO D’ORO – Questo, in ordine cronologico, l’Albo d’Oro del premio. Il primo nome è quello relativo al Calciobidone dell’anno, il secondo quello del calciatore ‘Jolly’.

Calciobidone 2017: Gabigol/Pjaca

Calciobidone 2016: Kondogbia/Gabigol

Calciobidone 2015: Iturbe/Dzeko

Calciobidone 2014: Belfodil/Torres

Calciobidone 2013: Bendtner/Pereira

Calciobidone 2012: Forlan/Lucio

Calciobidone 2011: Adriano/Elia

Calciobidone 2010: Quaresma/Denis

Calciobidone 2009: Quaresma

IL MILAN SPERA CHE LUCAS PAQUETÁ NON SI RIVELI UN FLOP. PER LE SUE DICHIARAZIONI IN CONFERENZA STAMPA, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy