Torino, Cairo: “Belotti? Resterà, è un giocatore molto importante”

Torino, Cairo: “Belotti? Resterà, è un giocatore molto importante”

Il presidente del Torino Urbano Cairo è convinto che Belotti continuerà a vestire la maglia granata anche nel corso della prossima stagione

di matteotesta

Il Torino prepara in estate una importante rivoluzione della rosa e Andrea Belotti potrebbe essere tra i primi giocatori con le valigie già pronte. L’attaccante è finito nel mirino nel Milan già di diversi mesi e la trattativa sembrava fosse ormai quasi definita. In verità il presidente granata, Urbano Cairo, ha nuovamente confermato che il giocatore non è vendita a margine del Salone del Libro di Torino: “Se Belotti resterà? L’ho già detto più volte: per me è un giocatore molto importante. Abbiamo fatto una stagione che potrebbe anche non essere così malvagia alla fine dei conti. Cominciamo a fare la campagna acquisti: meglio non fare troppi programmi, ma fare le cose passo passo – sono le parole di Cairo riportate da ‘Calciomercato.it’ – Avremmo voluto puntare all’Europa, anche perché la scorsa estate abbiamo fatto investimenti importanti. Ho speso circa 45 milioni di euro, che per noi è una cifra davvero considerevole. Terminato il campionato, ripartiremo con la campagna acquisti, ma è meglio non fare troppi proclami e procedere passo passo, così da ottenere degli obiettivi, ovviamente con la guida della squadra affidata a Mazzarri. Ad ogni modo abbiamo 48 punti e mancano ancora due partite, vediamo come finirà, non è detto che alla fine si riveli una stagione così malvagia”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Serafini: “Il Milan ha bisogno di uno come Belotti”

Futuro incerto per Belotti, il Torino pensa a Cutrone: le ultime

Cairo: “Nessuna trattativa in corso per Belotti”

Gattuso sogna Dzeko, ma diventa percorribile la pista Belotti

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy