Milan a tinte “Blue”, l’asse col Chelsea è caldissima

Milan a tinte “Blue”, l’asse col Chelsea è caldissima

Il Milan cerca rinforzi importanti per gennaio, ma guarda anche a giugno e tratta col Chelsea su diversi fronti: ecco come stanno le cose

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

In attesa dell’arrivo ufficiale di Lucas Paquetà e quello probabile di Zlatan Ibrahimovic il Milan si muove per rafforzare la squadra anche in altri reparti. Il “Diavolo” vuole un centrocampista di livello e un difensore centrale che possa chiudere il buco creato dai tantissimi infortuni di queste settimane e guarda con molta attenzione in casa Chelsea. Tra i rossoneri e i “Blues” ballano infatti quattro nomi.

Partiamo dalla difesa: il Milan sogna Andreas Christensen, difensore classe ’96 e con un contratto in scadenza nel 2022. Quest’anno il danese non è ancora stato schierato in campionato, ma solo in Europa League e in EFL Cup, eppure Maurizio Sarri sembra volerselo tenere stretto, per questo sembra essere più concreta che porta all’altro “Blue”, Gary Cahill, capitano del Chelsea e uomo da 283 presenze con la maglia del club londinese, ma finito ormai fuori rosa. Con un contratto in scadenza a giugno e 21 minuti giocati in Premier League, Cahill è pronto per cambiare aria e quasi 33 anni può essere un rinforzo per il presente rossonero, ma non per il futuro.

Situazione complessa dunque, come anche quella che riguarda il centrocampo. Il “Diavolo” sogna ormai da anni di portare a Milanello Cesc Fabregas e questa potrebbe essere la volta buona. Oggi Maurizio Sarri ha provato a blindare il giocatore, ma le sue dichiarazioni sembrano più orientate a mantenere alto il valore di mercato dello spagnolo (che il Chelsea valuta 10 milioni di euro nonostante un contratto in scadenza il prossimo giugno) che non a trattenerlo realmente. A complicare la vicenda, poi, c’è il futuro di Tiémoué Bakayoko che da deludente prestito destinato a tornare a Londra a fine stagione si sta lentamente trasformando in un pezzo inamovibile nel Milan di Rino Gattuso. Il riscatto, fissato a 35 milioni di euro non è più utopia, anzi, ma potrebbe legarsi a doppio filo all’operazione Fabregas. Una cosa è certa, il Milan ha fretta: i rossoneri vogliono entrare in Champions League e per farlo puntano a grandi giocatori e non sembrano intenzionati ad alzarsi dal tavolo delle trattative a mani vuote.

CUTRONE PUO’ ENTRARE NELLA STORIA DEL MILAN, ECCO PERCHE’ >>>

+++A DICEMBRE due gare del MILAN in diretta su DAZN. Guardale gratis! CLICCA QUI+++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy