Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

NEWS MILAN

Milan e Inter, lo Scudetto è una sfida di nervi | Serie A News

Milan e Inter battono Fiorentina ed Udinese e proseguono la loro corsa verso il titolo. Rossoneri per ora avanti di due lunghezze sui cugini

Daniele Triolo

'Gazzetta.it' ha parlato della lotta Scudetto tra il Milan di Stefano Pioli e l'Inter di Simone Inzaghi, sempre più accesa ed infuocata. La versione online della 'rosea' l'ha definita come una 'sfida di nervi', dove saranno pochi elementi, pochi dettagli, a decidere chi tra rossoneri e nerazzurri diventerà Campione d'Italia 2022.

Chi, tra allenatori, calciatori, ma anche dirigenti delle due squadre saprà gestire al meglio le pressioni? Nell'ultimo turno di Serie A, sia il Milan sia l'Inter hanno dimostrato di essere contendenti forti e solide. I ragazzi di Pioli non si sono fatti prendere dalla frenesia quando, seppur attaccando, non riuscivano ad avere la meglio a 'San Siro' sulla Fiorentina. Quelli di Inzaghi hanno affrontato nel modo giusto la trasferta in casa dell'Udinese, benché avesse saputo della vittoria dei rivali e dunque fosse consapevole di non poter sbagliare.

Nel prossimo turno di campionato, invece, la situazione si ribalterà. Venerdì 6 maggio, alle ore 18:45, si disputerà Inter-Empoli a 'San Siro'. Un anticipo che si è reso necessario per la finale di Coppa Italia dell'11 maggio contro la Juventus. Si può ipotizzare un successo dei nerazzurri, visto che i toscani, di fatto, sono già salvi. A quel punto dovrà essere il Milan a rispondere: la pressione sui rossoneri sarà enorme, anche perché giocheranno, in trasferta, contro un avversario forte, in forma e spesso fatale al Diavolo come l'Hellas Verona.

Il Milan, per vincere lo Scudetto, dovrà fare 7 punti in 3 partite. Dopo la trasferta in casa degli scaligeri, arriveranno le sfide contro Atalanta (a 'San Siro') e Sassuolo (al 'Mapei Stadium'). Quanto conta giocare prima o dopo dei rivali? Chi ne trae vantaggio. È, come detto, una sfida di nervi e, per questo motivo, la questione ha diviso anche Pioli e Inzaghi. L'allenatore rossonero chiede, a gran voce, la contemporaneità delle partite. Il tecnico nerazzurro, invece, ha affermato come questo non possa rappresentare un alibi per eventuali passi falsi.

I punti di distacco tra le due contendenti sono 2 (Milan 77, Inter 75), ma è come se fossero 3, in quanto il Diavolo, dovesse finire il campionato pari merito con il Biscione, vincerebbe lo Scudetto avendo gli scontri diretti a favore (1-1, 2-1). Il vantaggio del Milan, in questo rush finale, è che potrà concentrarsi solo sul campionato, mentre l'Inter dovrà disputare anche la finale di Coppa Italia. Al contempo, però, il calendario nerazzurro appare molto meno impegnativo di quello dei rivali (dovrà giocare contro Cagliari e Sampdoria le ultime due giornate).

Non resta altro che gustarci la volata finale per il titolo, con Milan e Inter a duellare, lassù in alto, come non si vedeva da anni. Milan, nel mirino un gioiello sudamericano: le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di