Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

SERIE A

La Finanza indaga su Ramadani e Chiodi: chiesti documenti anche al Milan

Miralem Pjanic e Federico Chiesa durante Juventus-Barcellona 0-2 della Champions League 2020-2021 | News (Getty Images)

Fali Ramadani e Piero Chiodi indagati per reati fiscali, riciclaggio e autoriciclaggio. Motivo, le commissioni in delle operazioni di mercato

Daniele Triolo

I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Milano stanno eseguendo delle perquisizioni nei confronti di Fali Ramadani, noto agente sportivo straniero e Piero Chiodi, agente italiano che collabora con lui. Lo ha comunicato l'agenzia di stampa 'ANSA'.

Sono loro i due indagati nell'inchiesta milanese sul calciomercato. L'ipotesi di accusa, per i due, è quella di reati fiscali, riciclaggio ed autoriciclaggio. Al centro di tutto, le commissioni in varie operazioni di compravendita di alcuni calciatori. Secondo l'ANSA, tra queste figurerebbero in particolare due operazioni, gestite da Ramadani e Chiodi. Ovvero quelle che hanno portato Miralem Pjanic dalla Juventus al Barcellona e Federico Chiesa dalla Fiorentina alla Juventus.

Per conoscere l'attività di Ramadani, che risulta essere agente di Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, e di Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, agenti della Guardia di Finanza sono andati nelle sedi di vari club italiani, che non sono indagati. Questo per acquisire più documentazione possibile sull'attività del procuratore sportivo.

La Finanza ha chiesto documentazione, dunque, a, Juventus, Torino, Milan, Inter, Verona, Spal, Fiorentina, Cagliari, Roma, Napoli e FrosinoneMilan, super rinforzo in attacco dalla Premier League? Le ultime >>>

tutte le notizie di