Verso Milan-Lecce, Liverani: “Voglio una squadra feroce e sfrontata”

Verso Milan-Lecce, Liverani: “Voglio una squadra feroce e sfrontata”

Fabio Liverani, allenatore giallorosso, ha caricato i suoi ragazzi alla vigilia di Milan-Lecce, seconda gara stagionale dei salentini a ‘San Siro’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANFabio Liverani, tecnico giallorosso, ha presentato i temi principali di Milan-Lecce ieri pomeriggio durante una conferenza stampa. “I giocatori hanno compreso che nell’ultima sconfitta non mi è piaciuto l’atteggiamento – ha sottolineato Liverani, le cui dichiarazioni sono state riportate da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola -; ci sta di perdere e di riconoscere i meriti degli avversari, ma contro Inter e Roma non avevamo mollato come è successo invece contro l’Atalanta“.

“Contro il Milan la squadra saprà lottare fino in fondo con cattiveria ed abnegazione – ha proseguito Liverani -. Possiamo perdere, ma non deve mancare la prestazione. Conosciamo il nostro destino: in ogni incontro ci toccherà soffrire tanto, però abbiamo qualità e coraggio per difenderci e poi attaccare. È l’unica strada per la salvezza”, le parole dell’allenatore romano, il quale, poi, ha parlato del suo collega Stefano Pioli, oggi al debutto sulla panchina rossonera.

“Il Milan ha un’identità ben precisa, per le caratteristiche dei suoi giocatori è da 4-3-3. Pioli ha avuto poco tempo e, come me, ha ritrovato tutti i Nazionali da giovedì. Sappiamo opporci ad avversari schierati con questo modulo, anche se poi bisognerà fare i conti con le doti di Jesús Suso, che palla al piede è imprevedibile, di Rafael Leao, che è universale, e di Giacomo Bonaventura che è pronto al rientro”.

“Voglio un Lecce che tiri fuori la ferocia agonistica – ha incalzato Liverani -. Per arrivare a quota 40 in classifica, dobbiamo andare a prendere punti ovunque, senza pensare all’avversario. Mi piacerebbe chiudere l’andata a 17-20 punti. Khouma Babacar? Grazie al lavoro svolto in queste due settimane lo vedo più dentro al gruppo, lui come Diego Farias ha una condizione migliore. Al di là dei singoli, però, rispetto l’esordio di Milano contro l’Inter, quando eravamo solo un gruppo, siamo diventati squadra”.

“Il Lecce deve essere sfrontato, presuntuoso, però umile – ha concluso Liverani -, per dimostrare che in questa categoria non siamo di passaggio. Non vorremmo essere una squadra ascensore tra Serie A e Serie B“. Per le dichiarazioni, invece, di Pioli alla vigilia di Milan-Lecce, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy