Tuttosport – Milan, l’agenda di Gazidis: stadio, ricavi, UEFA

Tuttosport – Milan, l’agenda di Gazidis: stadio, ricavi, UEFA

Prima estate rossonera per Ivan Gazidis, amministratore delegato del club di Via Aldo Rossi: ecco come si muoverà per assicurare un futuro roseo al Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha ricordato come questa è la prima estate rossonera per Ivan Gazidis, amministratore delegato del club di Via Aldo Rossi, in carica dallo scorso dicembre 2018. Il manager sudafricano, di origine greca ma di passaporto britannico, avrà dunque, davanti, la sua prima stagione al Milan per intero. Saranno tre, per il quotidiano torinese, i punti su cui si incentrerà la sua azione.

Dopo aver imparato a parlare discretamente l’italiano, ora Gazidis punterà sul progetto del nuovo stadio, sull’aumento dei ricavi del club rossonero e sui rapporti con la UEFA. Partiamo dallo stadio, perché Gazidis è chiamato a replicare, al Milan, il successo avuto all’Arsenal con l’Emirates. I ‘Gunners‘, infatti, sono quarti al mondo per i ricavi da stadio con 111,6 milioni di euro a stagione. Davanti hanno solo Barcellona, Real Madrid e Manchester United.

A Milano la strada sarà leggermente diversa, in quanto il fondo Elliott Management Corporation ha scelto di fare un nuovo stadio con l’Inter. L’obiettivo, però, sarà quello di incrementare i ricavi sensibilmente: nel 2017-2018 sono stati appena 36,9 milioni gli introiti rossoneri. Più in generale, tutte le entrate commerciali del Milan, sostanzialmente ferme al palo, dovranno crescere di pari passo. Qualcosa, ha sostenuto ‘Tuttosport‘, bisognerà pure inventarsi perché il Milan è un club che brucia 8-10 milioni di euro al mese.

Gazidis, poi, dovrà guidare il secondo tempo della partita tra Milan e UEFA, dopo la pace sancita tra le parti e ratificata dal Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna. Gazidis sta preparando il terreno per il ‘Settlement Agreement‘ che verrà avviato non appena il Diavolo tornerà in una competizione europea. Ma sta lavorando anche ad alcune idee da sottoporre a Nyon nell’ambito della riforma che potrà coinvolgere il Fair Play Finanziario. Gazidis, infatti, pensa che sia giusto limitare l’effetto negativo delle proprietà precedenti: nella sua idea, i compratori potrebbero affrancarsi dagli errori commessi prima del loro arrivo pagando una forte multa. Intanto, sul mercato, il Milan segue vari profili: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy