Gazzetta – Rebic, ecco come il ‘nuovo Boksic’ ha dribblato le etichette

Gazzetta – Rebic, ecco come il ‘nuovo Boksic’ ha dribblato le etichette

Dal doppio flop con Fiorentina e Verona a protagonista in Nazionale ed in Bundesliga: al Milan, adesso, il croato Ante Rebic ha un’occasione d’oro

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha dedicato un approfondimento ad Ante Rebic, classe 1993, attaccante croato che il Milan preleverà ufficialmente in queste ore dai tedeschi dell’Eintracht Francoforte. Rebic, come si ricorderà, ha già giocato in Italia: arrivò nel nostro Paese a 19 anni, alla Fiorentina, ma l’esperienza non andò bene.

“Non ero pronto per il grande passo, né fisicamente né mentalmente”, ha ammesso lo stesso Rebic qualche anno più tardi. Più o meno nello stesso periodo in cui ha giocato una finale Mondiale da protagonista, contro la Francia, a Russia 2018, e visto il suo valore di mercato schizzare intorno ai 50 milioni di euro anche per via dei campionati di alto livello disputati in Bundesliga con le ‘Aquile‘ di Francoforte.

Manchester United ed Arsenal lo cercavano, lui sognava di ritrovarsi al Bayern Monaco con il suo ex tecnico all’Eintracht Francoforte, il suo connazionale Niko Kovac, poi alla fine è rimasto dove era. Ora, ha la grande occasione di consacrarsi nel Milan. Marco Giampaolo, tecnico rossonero, avrà alle sue dipendenze un ragazzo cresciuto, più maturo, ma comunque determinato e di personalità.

L’obiettivo di Rebic, autore di un gol all’Argentina agli ultimi Mondiali, è quello di cancellare le precedenti parentesi italiane con Fiorentina e Hellas Verona. L’ambizione, quella di diventare importante così come è stato, a Francoforte, per Kovac, che ha aiutato a vincere la Coppa di Germania nel 2018 con una doppietta proprio contro il Bayern Monaco dopo un’astinenza di trofei, per le ‘Aquile‘, che durava da 30 anni.

La passata stagione, con Adolf Hütter in panchina, Rebic ha siglato 9 gol in campionato, pur partendo da posizione più arretrata, ma, soprattutto, ha limato un difetto strutturale, quello che lo portava, spesso, ad incassare qualche cartellino di troppo. Spesso paragonato, per strapotere fisico e modo di giocare al suo connazionale Alen Boksic, nel caso venisse riscattato, nel 2021, dal Milan, metà dell’incasso della cessione di Rebic finirebbe nelle casse della Fiorentina.

Intanto, però, il suo acquisto potrebbe anche non essere l’ultimo acquisto del mercato estivo del Milan: per scoprire le ultime mosse del club rossonero su Taison dello Shakhtar Donetsk, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy