Pagelle Milan-Sparta, i voti della Gazzetta: Bennacer e Dalot sugli scudi

PAGELLE MILAN-SPARTA PRAGA – La Gazzetta dello Sport ha stilato le pagelle per Milan-Sparta Praga 3-0 di Europa League. Voti e giudizi sui rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Pagelle, Rassegna Stampa - I voti di Gazzetta (Grafica)

Pagelle Milan-Sparta Praga, i voti della Gazzetta dello Sport

 

PAGELLE MILAN-SPARTA PRAGA – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha stilato le pagelle per Milan-Sparta Praga 3-0 di Europa League. Vediamo, dunque, voti e giudizi dei calciatori del Milan secondo il quotidiano sportivo nazionale di oggi.

Pagelle Milan-Sparta, il migliore in campo

 

Ismaël Bennacer, voto 7, premiato come MVP di Milan-Sparta Praga di Europa League dalla ‘rosea‘: “Si impossessa prima del Milan, poi di tutto il match – la motivazione della sua pagella -. Il Diavolo gira intorno a lui e lui elargisce inviti multipli”.

Pagelle Milan-Sparta, il giudizio sul mister

 

Anche Stefano Pioli ha rimediato un 7 in pagella. Questa la motivazione: “Altri cinque cambi, come a Glasgow, e di nuovo un’ottima risposta dalle presunte riserve. La saga del Milan infinito prosegue”.

Pagelle Milan-Sparta, quanti rossoneri ad un livello top!

 

Voto 7 anche per Simon Kjær (“Siccome Lukáš Juliš gli gira al largo, ha il tempo di fare il regista e mette Krunić davanti al portiere. Ma fa anche il suo vero lavoro, come nella ripresa, quando salva la porta su David Karlsson”). Merita 7, per ‘La Gazzetta dello Sport‘, anche Diogo Dalot: “La svolta arriva nella ripresa: nell’arco di dieci minuti piazza l’assist a Leão (una schiccheria di esterno destro) e il primo gol in maglia rossonera. Il terzino sinistro di coppa è lui”. Infine, ecco Brahim Díaz, con un 7 così motivato: “Il gusto dell’estetica, certo, perché gli piace fare i numeri. Ma anche l’arte della sostanza, come sul gol. Anche stavolta, la giocata vincente passa da entrambi i piedi”.

Pagelle Milan-Sparta, tanti calciatori da ampia sufficienza

 

Molti rossoneri, in Milan-Sparta Praga di Europa League, hanno meritato un bel 6,5 in pagella. Come, ad esempio, Davide Calabria (“È in un momento in cui non teme nessuno. Testa alta e assistenza continua nella fase offensiva)”, Alessio Romagnoli (“Altri minuti buoni per rincorrere la condizione migliore. Un passo avanti nella tenuta, nei duelli e nelle scelte di tempo”), Sandro Tonali (“Servono minuti, buone cose e belle sensazioni. Ottiene più o meno tutto, pur senza far stropicciare gli occhi. Un altro passo avanti verso la continuità”. Ma stesso voto, 6,5, anche per Zlatan Ibrahimović: “Zlatan, abbiamo un problema. Ma è ‘solo’ dal dischetto. Il resto è abnegazione pressoché totale a beneficio della squadra. Basta vedere l’assistenza a Brahim. Fuori dopo 45′”. Infine, Rafael Leão: “Un tempo tutto per lui, al posto di Ibra. Parte a handicap, sprecando a tu per tu con con Milan Heca. Poi si fa perdonare, dettando l’assist a Dalot. Gol da centravanti ed è un’ottima notizia”.

Pagelle Milan-Sparta, bene anche Krunić, Conti e … Tătărușanu

 

Infine, in casa rossonera, sufficienza piena, voto 6, per Rade Krunić. “È uno dei jolly di coppa, ma in realtà per Pioli è un jolly e basta. Rispetto a Glasgow finire largo a sinistra, dove, però, si impantana senza trovare molta luce”. Medesimo voto, 6, anche per Andrea Conti: “Pioli ritrova anche lui, altra buona notizia. Non giocava dal 21 luglio e finalmente, per l’ennesima volta, torna a vedere la luce. Buona guardia nell’ultimo spicchio di gara”. Infine, 6 anche per Samu CastillejoCiprian Tătărușanu. Questa la pagella del portiere. “Lo Sparta non conclude mai nello specchio ed il primo vero tiro, alto, arriva dopo 70′. Ok nelle uscite. Non giudicabili, per i pochi minuti in campo, le prestazioni di Léo Duarte, Franck Kessié e Daniel Maldini. LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA DI PIOLI >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy