Napoli-Milan 2-2, le pagelle della Gazzetta: Kessie il migliore, flop Donnarumma

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Si è concluso 2-2 lo scontro europeo tra Napoli e Milan al San Paolo. Ecco le pagelle dei rossoneri stilate dalla Gazzetta dello Sport

di Renato Panno, @PannoRenato
Pagelle, Rassegna Stampa - I voti di Gazzetta (Grafica)

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il Milan si conferma squadra in forma anche non sfoggiando una prestazione brillante. Qualche mese fa i rossoneri avrebbero probabilmente perso una partita contro un Napoli tonico, ora invece è arrivato un pareggio importante in vista del cammino verso l’Europa. ‘La Gazzetta dello Sport’, oggi in edicola, ha stilato le pagelle del match per i rossoneri: voto alto per Stefano Pioli, che si guadagna un bel 7; indovinate come al solito le sue sostituzioni. Se il Milan è diventato una squadra, gran parte del merito è proprio suo.

Per quanto riguarda il reparto difensivo spicca l’insufficienza di Gianluigi Donnarumma (5,5), considerato come il peggiore della squadra. Il portiere parte benissimo con un paio di parate provvidenziali, ma poi si perde e sbaglia su entrambi i gol del Napoli. Davanti a ‘Gigio’ bravi tutti, soprattutto Simon Kjaer e Theo Hernandez (entrambi da 7 in pagella). Il danese ha un grande senso della posizione e difficilmente di fa trovare impreparato, il francese sblocca il match con il suo ormai proverbiale fiuto del gol. Voto 6,5 per il capitano Alessio Romagnoli, sufficienza piena per Andrea Conti.

A centrocampo troviamo il migliore in campo, Franck Kessie. L’ivoriano è cresciuto moltissimo nelle ultime partite e si conferma un elemento indispensabile anche per Pioli. Il gol su rigore è la ciliegina sulla torta della sua prestazione. Un bel 6,5 per il suo compagno di reparto Ismael Bennacer: l’algerino è in crescita continua sul piano tattico e dà inizio all’azione del primo gol di Theo Hernandez.

Capitolo trequartisti: tre 5,5 per Hakan Calhanoglu, Alexis Saelemaekers e Lucas Paqueta. Il turco si limita al lavoro sporco, ma non tira mai in porta e si propone poco. Il belga rimedia due ammonizioni ingenue, ma gli spunti rimangono buoni. Il brasiliano esce a fine primo tempo: troppo leggero nelle giocate, ma prova a rendersi utile. Una sfilza di insufficienze spezzata da Ante Rebic (6,5) che, nonostante sia meno lucido del solito, fornisce un assist al bacio a Theo Hernandez. Un bel 7 a Giacomo Bonaventura, che entra e spacca il match: rigore procurato ed intelligenza tattica al servizio della squadra.

Insufficienza anche per Zlatan Ibrahimovic (5,5), che esce infuriato con sé stesso: non è la sua solita partita di qualità. Rafael Leao merita un 6,5 perché ha finalmente preso consapevolezza delle sue qualità: i suoi strappi sono devastanti.

Ecco gol e highlights di Napoli-Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy