Rafael Leao, manca il ‘fuoco dentro’: le sue prestazioni non decollano

MILAN NEWS – Rafael Leao, attaccante classe 1999 del Milan, è entrato in Coppa Italia in un momento non facile. Il suo atteggiamento, però, va migliorato

di Renato Panno, @PannoRenato
Rafael Leao Milan

MILAN NEWS – Non è semplice giudicare la prestazione del Milan di venerdì scorso in Coppa Italia. Soprattutto perché dopo un quarto d’ora Ante Rebic ha deciso di svoltare in negativo il corso degli eventi della sua squadra. L’espulsione del croato ha fortemente influenzato la prestazione dei suoi compagni che, in assenza di un punto di riferimento offensivo, non si sono mai resi pericolosi. Fino alla fine del primo tempo Stefano Pioli, saggiamente, non ha stravolto la posizione dei suoi, consapevole di poter fare qualcosa nella ripresa.

Questo tentativo ha avuto un nome e cognome: Rafael Leao. Il portoghese, pur essendo l’unico attaccante in rosa a disposizione, è partito dalla panchina perché il tecnico rossonero gli ha preferito Rebic. Una mossa non affatto da condannare, perché Leao poteva essere un fattore determinante a partita in corso. Impossibile criticare la prestazione dell’ex Lille data la situazione in campo, con una Juventus tecnicamente superiore e con l’uomo in più, ciò che invece è sotto gli occhi di tutti è il solito atteggiamento superficiale che il giocatore non smette di far trasparire.

Rafael Leao è entrato per cercare di offrire profondità ad una squadra schiacciata all’indietro e in alcune occasione il compito gli è anche riuscito bene. Per gran parte del match, però, la sua corsa svogliata e la mancanza del ‘fuoco dentro’ di gattusiana memoria hanno fatto da padrone. C’è da fare una considerazione: il Milan non può aspettarlo all’infinito, sperando che alle sue indubbie qualità vengano fuori al più presto. Il primo passo deve essere mosso dal giocatore stesso, che però sembra essere sempre più la brutta copia di se stesso. Difficile così immaginare una carriera rosea ad un Milan che ha bisogno di concretezza nell’immediato. Le sue prestazioni non decollano e il Milan non può più aspettare: adesso bisogna agire al più presto.

Intanto slittano le visite mediche del nuovo acquisto Pierre Kalulu: ecco il motivo, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy