Milan, una stagione disgraziata: da Giampaolo al probabile addio di Ibra

MILAN NEWS – Come riportato dalla Gazzetta, la stagione del Milan è stata davvero negativa: dall’esonero di Giampaolo al possibile addio di Ibra

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Zlatan Ibrahimovic Milan

MILAN NEWS La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, analizza la stagione del Milan. L’annata è partita in maniera molto negativa con la scelta di Marco Giampaolo, che non è riuscito a trasferire al gruppo i suoi concetti di calcio. L’esonero è stato rapido, e a quel punto si è deciso di virare su Stefano Pioli, anche se prima erano stati avviati i contatti con Luciano Spalletti, il quale ha preferito restare dov’era, congelato all’Inter.

Al di là comunque dell’aspetto tecnico, Elliott ha dovuto affrontare tutte situazioni pesanti da gestire, non sempre imputabili a lui. Ha trovato una situazione finanziaria difficilmente sostenibile, ha messo milioni nel club e tanti ne metterà, ma non ha in progetto di passare la mano a breve termine. Il fondo Elliott, in particolare Gordon Singer, tiene all’investimento del Milan, non soltanto per via dello stadio nuovo da costruire, ma la stagione è stata piena di alti e soprattutto bassi, come ad esempio il tonfo di Bergamo.

La disfatta contro l’Atalanta ha permesso di dare un’accelerata per l’ingaggio di Zlatan Ibrahimovic, che è riuscito a dare la scossa. La situazione sembra rasserenarsi, ma Boban viene licenziato a causa di un’intervista non concordata con il club con la Gazzetta dello Sport, e in più si moltiplicano le voci relative a un possibile arrivo di Rangnick, con Maldini che alla fine sbotta.

In tutto questo Ibrahimovic è molto perplesso: a fine contratto vorrebbe a questo punto tornare in Svezia e chiudere la carriera all’Hammarby. Resta in piedi anche l’ipotesi Italia, ma lontano dal Milan, cioè in altre società che già in passato hanno manifestato il proprio interesse. Vedremo cosa succederà, ma la situazione si fa sempre più complicata. INTANTO TELEFONATA AVVENUTA IERI TRA GAZIDIS E RANGNICK. ECCO COSA SI SONO DETTI, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy