Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, Raiola e il rinnovo di Donnarumma: una vera e propria battaglia

I discorsi tra il Milan e Mino Raiola per Gianluigi Donnarumma sono passati alla storia: tra tensione, ripensamenti e l'addio finale

Renato Panno

25 ottobre 2015: l'allora allenatore del Milan Sinisa Mihajlovic decie di gettare nella mischia Gianluigi Donnarumma, un ragazzo di soli 16 anni e 8 mesi estremamente promettente. Un piccolo errore in quella partita con il Sassuolo, ma un talento enorme che aspettava solo di esplodere. Ed effettivamente fu così, con il serbo che ebbe ragione a credere nelle qualità di quello che, all'epoca, era poco più che un ragazzino. Lo stesso ragazzino che, nel dicembre del 2016, parò un rigore a Paulo Dybala che valse una Supercoppa Europea. Ma nessuno poteva anche lontanamente immaginare cosa sarebbe successo da lì a poco.

Ad aprile 2017 il Milan conobbe una svolta epocale: fuori Silvio Berlusconi, dentro Yonghong Li. Massimiliano Mirabelli assunse la direzione sportiva del club, portando a termine diverse operazioni di mercato e, appunto, il rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Ma questo risultato fu tutt'altro che semplice da portare a casa. Un prolungamento che sembrava quasi una formalità, si trasformò in una trattativa estenuante tra le parti, che generò non poche tensioni.

Mino Raiola, infatti, sparò altissimo sull'ingaggio di un giocatore sì eccezionale, ma che aveva soltanto 18 anni. Una richiesta che, inizialmente, aveva fatto saltare tutto ma che, in seguito andò a buon fine. Donnarumma passò dal guadagnare 150 mila euro annui a uno stipendio monstre di 6 milioni. Nessun giocatore alla sua età ha mai guadagnato quanto lui. Ma non finì qui: oltre alla firma di Gigio arrivò anche quella del fratello Antonio, un terzo portiere da un milione di euro a stagione.

Il noto procuratore non si fidò mai della gestione cinese appena giunta a Milano e, con il senno di poi, ebbe tutte le ragioni del mondo. Ma anche con l'arrivo del fondo Elliott, che ha dato una stabilità importante al Milan, le cose non sono cambiate. Arrivati alla fine della scadenza naturale del contratto, Donnarumma decise di trasferirsi al Psg per guadagnare circa 12 milioni di euro a fronte degli 8 offerti dal Milan.

Una battaglia continua, senza esclusione di colpi, che ha reso il rapporto tra Mino Raiola e il Milan abbastanza complesso. Un agente che ha sempre fatto di tutto per ottimizzare al meglio le prestazioni dei suoi assistiti e che ha cambiato il modo di vedere il calciomercato. Una personalità che mancherà ad un calcio che non può fare a meno di ricordarlo. Ecco le Top News di oggi sul Milan: Mino Raiola non ce la fa, Sven Botman esce allo scoperto

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di