Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, Pobega uomo ovunque: la stagione al Torino e un ritorno annunciato

Tommaso Pobega, centrocampista del Milan in prestito al Torino (Getty Images)

Tommaso Pobega e una maturazione sempre più evidente: duttilità, fisico e intelligenza. Il Milan se lo gode e lo aspetta a fine stagione

Renato Panno

Il giorno dopo la mancata qualificazione dell'Italia dal Mondiale di Qatar 2022 obbliga il calcio nostrano alle dovute riflessioni. Tra le ipotesi più accreditate a spiegare questo fallimento non può che esserci la tendenza, sempre più netta dei club di Serie A, di puntare su calciatori stranieri. Inoltre, è giusto evidenziare un aspetto che è sempre emerso negli anni: la poca capacità ad aspettare la crescita dei giovani. Uno scenario oggettivo, un errore che il Milan non deve commettere. In questa ottica si può analizzare la questione Tommaso Pobega.

Il classe 1999 è cresciuto nelle giovanili del Milan, mostrando sempre delle buonissime qualità. Nella stagione 2018/2019 il club rossonero lo manda in prestito alla Ternana, in Serie C, dove totalizza 3 gol e 3 assist in 33 presenze complessive. A questo punto merita il salto di categoria. La stagione 2019/2020 è quella del prestito al Pordenone in Serie B: 34 presenze, 6 gol e 4 assist. Un miglioramento continuo che gli fa trovare la Serie A, non con il Milan, ma con lo Spezia. Il salto di categoria non è un problema per lui, anzi: 20 presenze, 6 gol e 3 assist. Sembrava questa la stagione del suo ritorno definitivo alla base, ma la dirigenza ha ritenuto opportuno fargli fare un ulteriore step. Mai decisione fu così azzeccata.

Sotto la sapiente guida di Ivan Juric, Pobega sta ultimando quel percorso di crescita iniziato da lontano e che si sta concludendo con merito dopo anni di gavetta. Attualmente conta 26 presenze, con 4 gol e 2 assist all'attivo. Ma ciò che più salta all'occhio è la maturità e l'intelligenza con cui interpreta tutti i ruoli dei centrocampo. Con il Torino ha giocato spesso da centrocampista centrale, ma ultimamente si sta specializzando da trequartista incursore dietro l'unica punta. Una duttilità che potrebbe diventare preziosa per Stefano Pioli, un allenatore moderno come pochi ne esistono in questo momento. E allora il Milan si frega le mani e lo aspetta a braccia aperte: Pobega è un 'uomo ovunque' e rispecchia alla perfezione il calcio del tecnico rossonero. Il Milan crede nei giovani e questa ne è la dimostrazione. Attacco, Maldini torna su un vecchio pallino: le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di