Milan, Pellegatti: “Tonali? Passati solo due mesi. Pioli deve…” | News”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il giornalista e grande tifoso rossonero Carlo Pellegatti, attraverso il proprio canale Youtube, ha parlato di Sandro Tonali

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Pellegatti AC Milan

Ultime Notizie Milan News: le parole di Pellegatti su Tonali

 

MILAN NEWS – Il giornalista Carlo Pellegatti, nel suo appuntamento quotidiano su Youtube, ha parlato di Sandro Tonali, centrocampista del Milan. Ecco cosa ha detto.

“C’è un giocatore del Milan purtroppo sommerso dalle critiche. Mi riferisco a Sandro Tonali. Non c’è bisogno che lo difenda io, però mi auguro che il ragazzo sia forte in campo ma anche e soprattutto caratterialmente. Indubbiamente l’inizio della sua avventura rossonera non è stata positiva, ma ci sono dei motivi. E’ una stata un’estate travagliata per lui: non potendosi allenare il suo inserimento a livello fisico, ambientale e tecnico è stato faticoso”.

“Ho comunque la massima fiducia in Tonali. Serve un po’ di pazienza e di calma. E’ un ragazzo di 20 anni che diventerà uno dei cardini della squadra rossonera in futuro. Mi auguro che Stefano Pioli riesca ad aiutarlo a farlo uscire da questo momento complicato. A livello di staff tecnico c’è la massima fiducia in questo giocatore. Aveva iniziato bene ad esempio la partita contro il Lille, per poi naufragare con i suoi compagni. Molto bene invece contro l’Udinese”.

“E’ stato preso come un grande giocatore ed è un grande giocatore e quindi le pressioni deve sopportarle. Sono stato contentissimo, così come gli altri tifosi, per il suo acquisto. Sono passati due mesi, non due anni dal suo arrivo. Il ragazzo è fortunato perchè non deve sostenere da solo il peso del centrocampo del Milan. Gioca con Bennacer e Kessie. Attendiamo la scintilla che può scoccare da un momento all’altro. Ricordiamo che Totti ha detto che in quel ruolo il più forte di tutti è lui”.

“Il suo modo di giocare, molto intelligente, deve conciliarsi con quello di Stefano Pioli, cioè avere un maggiore rischio nella giocata. Il tecnico non vuole il passaggio orizzontale: vuole la verticalizzazione, gli inserimenti, vuole l’assist decisivo. Oggi il ragazzo deve conciliare questa sua voglia di entrare in punta di piedi nel Milan alla personalità che l’allenatore richiede”. Intanto, a proposito di mercato: Maldini punta un giovane bomber brasiliano. VAI ALLA NOTIZIA>>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy