Milan, panchina bollente: otto allenatori cambiati in sette stagioni

Come viene riportato da “Tuttosport”, la panchina del Milan continua a essere bollente: sono cambiati otto allenatori nelle ultime sette stagioni

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Stefano Pioli Milan

NEWS MILAN – Come viene riportato da Tuttosport, allenare il Milan negli ultimi anni è diventata davvero un’impresa. In passato la tendenza era completamente diversa: i quattro anni di Arrigo Sacchi, i cinque di Fabio Capello, i sette di Carlo Ancelotti e anche i tre di Alberto Zaccheroni e i quattro di Massimiliano Allegri.

Tornando al presente, al Milan sono cambiati otto allenatori nelle ultime sette stagioni. Allegri non aveva più presa nell’ambiente, mentre l’esonero di Seedorf è stato il risultato di una pesante fronda interna. Successivamente ci sono stati Filippo Inzaghi (arrivato in decima posizione), Sinisa Mihajlovic (che entra in conflitto ben presto con Silvio Berlusconi) e Cristian Brocchi, che ha appunto sostituto l’allenatore del serbo. Nella stagione successiva entra in gioco Montella, che riporta il Milan in Europa e conquista la Supercoppa Italiana, ma salta a fine novembre della sua seconda stagione per lasciare spazio a Gattuso, che nella scorsa stagione ha sfiorato la qualificazione in Champions. Siamo praticamente arrivati al presente, con l’esonero di Giampaolo e l’arrivo a Pioli.

A proposito di Pioli, quale sarà il suo futuro? Gazidis aveva deciso di puntare su Ralf Rangnick, ma l’arrivo del tedesco non è così scontato. Possibile che arrivi per fare il direttore tecnico, con Pioli che a quel punto potrebbe essere confermato. Ma in questo modo all’allenatore del Milan sarebbe garantita la giusta autonomia con un tecnico così ingombrante? Il dubbio è legittimo. Intanto il club rossonero riparte da quattro giocatori, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy