Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, mentalità e qualità: una prova di forza che va oltre le assenze

MILAN, ITALY - JANUARY 06: Olivier Giroud of AC Milan celebrates scoring from the penalty spot to make it 1-0 during the Serie A match between AC Milan and AS Roma at Stadio Giuseppe Meazza on January 06, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Un gruppo che va oltre le assenze e le difficoltà. Il Milan è una squadra matura che non si piange addosso e reagisce sempre

Renato Panno

Se ancora ce ne fosse bisogno, il Milan ha offerto l'ennesima prova di forza che va oltre alle difficoltà. Tra Covid, Coppa d'Africa e infortuni, i rossoneri hanno dovuto fare a meno di una squadra intera a differenza della Roma, molto meno colpita dalle avversità. Eppure tutto questo non si è visto. E non è la prima volta. La grande caratteristica di questa squadra è che non si guarda indietro, non pensa alle conseguenze, ma va dritto verso l'obiettivo e fa di tutto per raggiungerlo.

Stefano Pioli, da quando guida il Milan, non ha mai pronunciato una parola fuori posto e non vuole sentire parlare di alibi. L'infermeria rossonera è purtroppo tanto frequentata da diversi mesi, ma l'allenatore ha sempre pensato a lasciarsi indietro le difficoltà e pensare alle armi a disposizione. Una mentalità appresa, per forza di cose, anche dai suoi giovani ragazzi. Ma guai a chiamarli ragazzi inesperti, perché Pioli è convinto che i suoi calciatori abbiano acquisito una grande esperienza e maturità nonostante la giovane età.

Due esempi: Sandro Tonali e Rafael Leao sembrano due giocatori completamente diversi a quelli di soli 7-8 mesi fa. Il centrocampista ha giganteggiato in mezzo al campo contro la Roma, mentre il portoghese ha completamente spaccato la partita dopo il suo ingresso. Ma non solo loro: perché Junior Messias è ormai una grande realtà del Milan e non solo una bella favola da raccontare. Matteo Gabbia e Pierre Kalulu, coppia difensiva d'emergenza, non ha praticamente mai sofferto e Brahim Diaz ha iniziato a toccare nuovamente le corde giuste dopo il grande exploit di inizio stagione e il conseguente calo di rendimento. Con buona pace degli assenti, perché questo Milan concreto non ha bisogno di piangersi addosso e continua a stazionare nelle zone alte della classifica. Le pagelle post-partita dei calciatori rossoneri secondo la nostra redazione >>>

tutte le notizie di