Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, Leao e Brahim Diaz devono svegliarsi: lo scudetto non aspetta

Brahim Diaz e Rafael Leao (attaccanti AC Milan) | (credits: Getty images)

La Gazzetta dello Sport si sofferma su Brahim Diaz e Rafael Leao, che devono spingere il Milan di Stefano Pioli verso il tricolore

Salvatore Cantone

La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, si sofferma su Brahim Diaz e su Rafael Leao. I due giocatori del Milan stanno facendo fatica e Pioli è consapevole che senza di loro sarà difficile raggiungere lo scudetto. Il portoghese ha smesso di segnare da metà febbraio, cioè dalla gara contro l'Udinese, mentre lo spagnolo ha segnato addirittura l'ultimo gol a settembre contro lo Spezia.

Pioli ha parlato di un appannamento generale da parte della sua squadra, ma è proprio in questi momenti che deve uscire la qualità dei trequartisti. Anche perchè le potenzialità sono sotto gli occhi di tutti. Come scrive la rosea, i due hanno trascinato il Milan nei primi mesi della stagione, ma poi il duo si è spezzato. Brahim Diaz in sostanza si è fermato dopo il Covid, mentre Leao ha raggiunto la continuità tanto sognata segnando 8 gol in campionato, così come Giroud e Ibrahimovic. Il problema è che si è fermato sul più bello.

Come se ne esce? Pioli pensa a nuove soluzioni. Una d queste potrebbe essere quella di avvicinare Leao alla porta, in modo da ritrovare l'incisività perduta. Certo, l'allenatore non vuole perdere la caratteristica migliore del portoghese, cioè la velocità, ma questo piccolo cambio permetterebbe anche a Theo Hernandez di correre sulla fascia sinistra e di andare al cross. In fondo ricordiamo che una delle migliori doti di Giroud è il colpo di testa e onestamente nelle ultime partite è stato servito veramente poco.

Più difficile il recupero di Brahim Diaz, che, in 27 partite di campionato, ha centrato la porta solo sei volte. Due invece gli assist. Numeri davvero minimi per un trequartista. L'alternativa però non c'è: Kessie e Saelemaekers non convincono da 10 e dunque  Pioli punterà ancora sull'ex Real Madrid per avere una maggiore imprevedibilità. La speranza è Brahim finalmente si accenda, così come è successo nel finale della scorsa stagione. Intanto è stato individuato il vice di Theo Hernandez. 

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

 

tutte le notizie di