Milan, Calabria: “Mi ispiro a Maldini. La morte di Kobe mi ha aiutato”

Intervenuto sul canale Twitch del Milan, il terzino rossonero Davide Calabria ha parlato del momento dei rossoneri: le sue parole

di Alessio Roccio, @Roccio92
Davide Calabria AC Milan

Diretta Twitch sul canale del Milan: le parole di Calabria

 

Intervenuto sul canale Twitch del Milan, il terzino rossonero Davide Calabria ha parlato del momento dei rossoneri: le sue parole.

Sulla sua crescita: “Mi fa molto piacere ricevere ora delle riconoscenze anche se sono solo all’inizio e c’è ancora tanto da lavorare”.

Sull’evoluzione del giocatore con Pioli: “Penso che si sia evoluto il mondo del calcio ispirandosi a Guardiola. Il ruolo parte da una tattica e da un ordine, ma poi può cambiare nel corso dell’azione e del match. Bisogna comunque sempre avere disciplina”.

Sulle avversarie più forti: “E’ un bel campionato e siamo tutti molto vicini. Come singolo ci sono tanti giocatori forti, ma non saprei indicarne uno”.

Sul Milan: “Siamo una bella squadra, ci troviamo bene a vicenda e c’è spirito di sacrificio. C’è molta voglia di fare bene e di dimostrare il proprio valore. Ma siamo all’inizio”.

Sul compagno che ha legato di più: “Non saprei, ma forse Daniel Maldini se penso a quest’anno. Ho un bel rapporto con lui”.

Sugli avversari in campo: “Il lavoro e la preparazione alla partita e lo studio in maniera dettagliata servono per fermarli. Non è mai facile e dipende anche dalla giornata. Si cerca sempre di limitarli e quest’anno ci stiamo riuscendo bene, tutti quanti. Ogni settimana si lavora per la partita a fine settimana, siamo felici quando queste vanno bene”.

Su Tomori: “Non lo conoscevo. E’ un giocatore molto preparato nonostante la giovane età. Ha una buona personalità ed è aggressivo, può sicuramente aiutarci. Col Bologna ha fatto un’ottima partita”.

Su chi si è ispirato: “L’ho sempre detto, sono cresciuto col Milan di Maldini e lui è quello che ho seguito di più. Non credo però che uno abbia un giocatore di riferimento, non bisogna imitare qualcun altro ma essere sé stessi”.

Cosa fai prima della partita? “Da Milanello ascolto una playlist mia di vari generi. E’ fissa da un anno a questa parte. Mi aiuta a concentrarmi. La preparazione avviene molto attraverso i video perché giochiamo ogni 3 giorni”.

Sull’album di Leao: “Non l’ho ancora ascoltato, non è il mio genere, ma ho in programma di sentirlo”.

Su Kobe Bryant: “La sua scomparsa mi aveva molto toccato. Ero fuori a cena con la mia ragazza e le dissi di andare a casa.. Mi veniva da piangere. Credo che piansi per 3 giorni. Nel negativo ho comunque cercato di trovare il positivo e provare ad imitarlo e impegnarmi come ha fatto lui. Aveva una determinazione incredibile che ho cercato di strappare da lui. La sua morte forse mi ha aiutato a migliorarmi come sono oggi”.

Calciomercato Milan – Vice Theo, per l’estate già contattato Viña | News

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy