ESCLUSIVA – Lazzari: “Milan? Poteva cambiare la mia carriera. Su Ibrahimovic …”

ESCLUSIVA – Lazzari: “Milan? Poteva cambiare la mia carriera. Su Ibrahimovic …”

Andrea Lazzari, ex centrocampista di Cagliari, Fiorentina e Udinese tra le altre, ha parlato di Cagliari-Milan di domani in esclusiva per ‘PianetaMilan.it’

di Peppe Gallozzi

NEWS MILANIl Milan avrebbe, forse, dato un’ulteriore impennata alla sua carriera. Nel Cagliari, invece, si è consacrato scrivendo capitoli importanti tra il 2008 ed il 2011. Prima delle avventure con Fiorentina e Udinese che hanno impreziosito il suo cammino. Andrea Lazzari, classe 1984, oggi centrocampista della Vigor Senigallia (Eccellenza marchigiana), Cagliari-Milan di domani la guarderà con occhi diversi. Le sue parole, raccolte in esclusiva per ‘PianetaMilan.it, ci spiegano perché.

Lazzari, lei ad un certo punto nella stagione 2010-2011 mentre giocava a Cagliari fu accostato proprio al Milan?

“Si, c’era Massimiliano Allegri sulla panchina rossonera che mi conosceva bene. Era quasi tutto fatto ma poi non si misero d’accordo le due società. L’allora presidente rossoblu Massimo Cellino chiese forse troppo per il mio cartellino e la trattativa non andò in porto. Sarebbe potuta cambiare la mia carriera? Sicuramente, andare al Milan sarebbe stato un sogno ma sono comunque orgoglioso di quello che poi ho fatto”.

Un sogno perché?

“Perché sono cresciuto con il mito del grande Milan. Me lo ha trasmesso mio padre. Quello era il Milan di Marco van Basten e Ruud Gullit …”

Dopo quella volta ci furono altre occasioni di concretizzare con i rossoneri?

“No, andai a Firenze e disputai una stagione un po’ tribolata. Dovevamo lottare per l’Europa League in partenza ma poi ci trovammo a giocarci la salvezza. Iniziò Sinisa Mihajlovic in panchina poi arrivò Delio Rossi. All’Udinese, successivamente, mi tolsi delle belle soddisfazioni tra cui la vittoria ad Anfield con il Liverpool in Europa League nel 2012. In quell’anno a Udine segnai un altro gol alla Juventus che si sommava ai cinque che avevo già realizzato contro i bianconeri. Questo è un dato indelebile che mi ricordano spesso in tanti”.

Tornando alla sfida di domani come vede le due squadre?

“Per il Cagliari perdere a Torino con la Juventus ci sta, sappiamo tutti il valore della Juve. I rossoblu stanno bene, sono in salute e hanno tutte le carte in regola per giocarsi l’accesso in Europa League fino alla fine. Nel Milan bisognerà vedere se l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic poterà qualcosa di nuovo a livello mentale. Ci vuole qualche stimolo in più per far bene e provare a raggiungere l’Europa”.

C’è una sfida con il Milan che ricorda particolarmente? 

“Una grande partita che disputammo a ‘San Siro‘. Era il 2009 contro il Milan di Leonardo. Finì 4-3 per i rossoneri ma noi facemmo benissimo. Ricordo anche che andammo in vantaggio con Alessandro Matri ad un certo punto e feci gol pur io. Un gol molto bello segnato a ‘San Siro‘. Lo ricordo con piacere”.

Oggi Andrea Lazzari è un calciatore della Vigor Senigallia, in Eccellenza marchigiana. Come mai questa scelta?

“Ho scelto Senigallia perché mia moglie è di qui. Abbiamo avuto una bambina cinque anni fa che va a scuola a Senigallia. Si sta bene, c’è il mare ed è una bella cittadina. Abbiamo scelto di trasferirci qui”. Per le dichiarazioni della vigilia del tecnico rossonero Stefano Pioli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy