Derby – Romagnoli ci mette la faccia, ma sui social è rivolta

Il derby di Milano perso ieri dai rossoneri ha evidenziato ancora una volta alcuni limiti di Alessio Romagnoli, capitano del Milan

di Alessio Roccio, @Roccio92
Alessio Romagnoli AC Milan Milan-Inter Serie A

Derby, Romagnoli nel mirino della critica

 

Il derby di Milano perso ieri dai rossoneri ha evidenziato ancora una volta alcuni limiti di Alessio Romagnoli, capitano del Milan. Il numero 13 della squadra di Pioli ha straperso il duello personale con Lukaku venendo letteralmente surclassato sia in occasione del primo gol che nel terzo. Certo diversi fattori hanno coinciso ieri con la figuraccia dell’ex Samp. L’attaccante belga è in una condizione fantastica, mentre quella di Romagnoli non è eccezionale. Poi ci si è messo anche Kjaer, che ieri non ha certo brillato.

Il pubblico rossonero, tuttavia, ha deciso di prendere di mira solamente Romagnoli il quale non è la prima volta che finisce al centro della critica. Già la passata stagione il capitano del Milan è stato criticato per un periodo non eccezionale. Ma Romagnoli ha le spalle larghe ed è soprattutto consapevole che può e deve dare di più. Al termine della partita, con un post su Instagram, ci ha voluto subito mettere la faccia: “Metterci la faccia quando va tutto bene è facile, ma è importante farlo anche oggi. Cadere fa parte del gioco del calcio, ma per un gruppo come il nostro rialzarsi e invertire subito la rotta è un dovere. Insieme, uniti. Come sempre”.

Idea Tomori?

Alcuni, va detto e precisato una piccolissima parte del popolo rossonero, hanno lanciato sui social l’hashtag #RomagnoliOut che va tanto di moda quando un giocatore o un allenatore non passano un buon momento. Prendersela col singolo dopo una sconfitta del genere non è mai la cosa giusta ed è anche ingeneroso. Certo è, però, che forse Pioli dovrebbe avere il coraggio di cambiare, anche se si tratta del capitano. Tomori ha dimostrato rapidità, fisicità, attenzione e personalità. Tutte buone caratteristiche nonostante la giovane età. Non va poi dimenticata la motivazione, visto che l’anglo-canadese si gioca la possibilità di restare al Milan in futuro.

 

Derby – Tapiro d’Oro a Ibrahimovic: “Fatti tanti errori, ma ci riprenderemo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy