Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Bucchioni: “Belotti al Milan? E’ più un giocatore da Fiorentina”

Andrea Belotti (attaccante Torino), obiettivo di calciomercato del Milan | AC Milan News (Getty Images)

Il giornalista Enzo Bucchioni, intervenuto ai microfoni di Top Calcio 24, ha parlato del possibile approdo di Belotti al Milan e non solo

Salvatore Cantone

Il giornalista Enzo Bucchioni, intervenuto alla trasmissione Calcissimo su Top Calcio 24, ha parlato del possibile approdo di Andrea Belotti al Milan e non solo. Ecco cosa ha detto: "In questo momento della sua carriera, Belotti lo vedo più come un giocatore da Fiorentina rispetto che da Milan. È vero che va comunque in doppia cifra, ma non è più quel giocatore in grado di vincere anche da solo come ai tempi di Gian Piero Ventura. Belotti andava venduto quando il Milan lo voleva fortemente ed era disposto anche a spendere 70 milioni. Poi Urbano Cairo ha insistito che voleva 100 milioni, e lì si è un po’ incrinata la carriera del giocatore. Ora faccio fatica a vederlo in un Milan che ha un gioco così brillante e organizzato. Comunque a parametro zero potrebbe essere un affare perché il giocatore ha quasi 28 anni e può tornare quello di 3-4 anni fa. Io so che la Fiorentina sta pensando al giocatore del Torino già da tanto tempo dato che le due società sono in buoni rapporti".

Su Pioli: "“Pioli è un allenatore diverso rispetto a quando allenava alla Fiorentina per esempio. Io sono toscano e me lo ricordo bene Pioli a Firenze. Ora il Milan ha un gioco molto dispendioso, gioca bene ma è stancante. Hanno anche la Champions League che ti toglie tante energie. Infortuni? Fatico a fare un’analisi quando ci sono squadre che vengono colpite in maniera maggiore e non do tutte le colpe ai preparatori. In assoluto credo che il problema sia quando cambi squadre e quando cambi metodologie di allenamento. Vedi Messias, è arrivato al Milan a 30 anni e nel corso della sua carriera ha sempre giocato con squadre minori – con tutto il rispetto – che lottavano per altri obiettivi. Ora lo fanno allenare con giocatori più importanti che hanno dietro una storia e quindi un po’ paga. Stessa cosa vale per Bakayoko".

Su Theo Hernandez: "“Il Milan ce la può fare a rinnovare il contratto ad Hernandez dato che ora fa la Champions League e ha più introiti rispetto a quando partecipava all’Europa League. Io mi auguro che il Milan ce la faccia. I rossoneri devono mettersi nell’ottica che per rimanere a quel livello lì, i giocatori vanno pagati di più, perché i competitor fanno così. Se si vuole tenere questi giocatori bisogna fare un passo in avanti con le cifre da offrirgli, bisogna mettersi a tavolino il prima possibile. È vero che ci sono ancora quasi 3 anni di contratto, ma passano in fretta. Il terzino sinistro è un ruolo delicato e io rinnoverei Hernandez il prima possibile. Il Fondo vuole tenere bassi i costi, riposizionare il brand per poi magari rivendere la società. Allora se non vuoi rinnovare i contratti a cifre alte bisogna fare come ha fatto l’Atalanta in questi anni, ossia ne scegli uno ogni anno e lo vendi ricavandoci dei soldi. Poi con quel denaro puntelli la rosa mantenendo l’ossatura". Mercato, per il vice Brahim in arrivo la 'moncadata'! Le ultime news >>>

tutte le notizie di