Verso Milan-Roma, Rebic sfida Dzeko e studia da numero 9

MILAN NEWS – Milan-Roma sarà anche Ante Rebic contro Edin Dzeko. Il croato vuole dare continuità al gol di Lecce e studia da numero 9

di Renato Panno, @PannoRenato
Ante Rebic Milan

MILAN NEWS – Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, oggi in edicola, Milan-Roma sarà anche una partita nella partita tra Ante Rebic e Edin Dzeko, che saranno schierati al centro dell’attacco dai rispettivi allenatori. Per fronteggiare l’attaccante bosniaco, nato sotto il mito di Andriy Shevchenko, Stefano Pioli si affiderà dunque al suo numero 18 che, contro qualsiasi aspettativa, è diventato uno degli intoccabili rossoneri e, se vogliamo, una sua personale creatura.

Il 2020 di Rebic, infatti, è stato quasi perfetto. Dopo le vacanze natalizie, l’ex Eintracht si è scoperto bomber all’improvviso, mettendo a segno ben 7 gol in 9 partite, gli stessi segnati dal suo avversario di questo pomeriggio. L’asticella l’ha alzata il ritorno di Ibrahimovic, che ha offerto al suo compagno di squadra spazi fondamentali per far male alle difese avversarie. Senza lo svedese, Rebic ha dato il peggio di sé contro la Juventus, con un intervento folle ai danni di Danilo, che gli è costato il rosso. Una sciocchezza rimediata immediatamente contro il Lecce, in cui ha dimostrato abnegazione e senso del gol.

Pioli crede ciecamente nelle sue qualità e, in conferenza stampa, ha dichiarato: “Ante deve giocare con la stessa intensità di Lecce, ha una forza fisica importante e ha lavorato con generosità“. Quest’ultimo un aspetto era totalmente mancato nei primi mesi rossoneri, ma ora si è persino accentuato, come testimonia la sua presenza a Milanello in settimana in occasione di un giorno, in teoria, di riposo.

Messi insieme, questi motivi fanno capire perché il Milan si affiderà anche oggi a Rebic, che studia da numero 9 per contrastare la pericolosità di Dzeko, uno che ha dimostrato di saper fare gol nella sua carriera. Vincere questa sfida vorrebbe dire consacrazione per il croato: Pioli ci crede, il classe 1993 deve dimostrare ancora una volta la fame fatta vedere finora.

La qualificazione in Europa League sarebbe importante per due motivi principali: LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU’ >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy