Verso Milan-Atalanta, sfida tra le squadre più belle del post-Covid

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Milan e Atalanta si sfideranno questa sera a San Siro alle ore 21:45. Un match tra le squadre più belle del post-Covid

di Renato Panno, @PannoRenato
Atalanta-Milan 2019 Kessie

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – ‘La Gazzetta dello Sport’, oggi in edicola, effettua un interessante paragone tra il Milan e l’Atalanta. Si mette in evidenza il momento che ha reso grande l’Atalanta, reduce da 4 sconfitte in 5 partite, con quello del Milan, sconfitto in casa dal Genoa prima del lockdown. Due momenti estremamente negativi, che hanno dato forza ad entrambe le squadre, brave a far diventare i momenti bui più che positivi. La squadra di Stefano Pioli ha subito la peggiore sconfitta della stagione proprio contro i bergamaschi, un 5-0 difficile da digerire per un club tanto blasonato. I primi segnali positivi arrivano già a gennaio, con i gol di Ante Rebic e l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic.

Nessuno è ritornato in campo post-Covid con la convinzione e il bel gioco di Milan e Atalanta. Le due squadre sono le uniche imbattute della Serie A e sono state capaci di sottomettere anche la Juventus (vittoria per i rossoneri, pareggio amaro per i nerazzurri). Le due sfidanti di stasera sono le squadre più belle perché hanno messo in campo intensità e idee, in un momento che definire difficile è un eufemismo. Un calcio verticale, che Ivan Gazidis ha sottolineato elogiando il confermato Pioli.

Oltre al gioco spumeggiante, Milan e Atalanta hanno messo in campo tantissimi gol. I rossoneri hanno il miglior attacco, 27 gol segnati contro i 25 della squadra di Gasperini, che però ha tenuto più volte la porta chiusa, 4 clean sheet contro i 2 dei padroni di casa di questa sera. Un altro dato che impressiona in casa Milan è quello dei tiri in porta (70 contro i 62 dell’Atalanta), perché per il Diavolo il problema principale era proprio quello di costruire e segnare. Appuntamento a questa sera dunque, per una partita che promette gol e spettacolo in questo periodo in cui il calcio sembra un po’ meno lo sport amato da tutti.

Intanto si pensa ad un giovane italiano se Zlatan Ibrahimovic non dovesse restare, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy