San Siro, Milan e Inter rilanciano: ecco i due piani presentati al Comune

Come riportato dalla “Gazzetta dello Sport”, Milan e Inter hanno presentato al Comune due nuovi piani per il rilancio di San Siro. No al doppio impianto

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

NEWS MILAN – Come viene riportato dalla Gazzetta dello Sport, Milan e Inter rilanciano per il nuovo San Siro. Dopo un mese di silenzio i due club hanno messo in pratica le indicazioni arrivate dal Comune, che vincolano il pubblico interesse del masterplan del nuovo stadio al taglio delle volumetrie commerciali previste originariamente e alla rifunzionalizzazione dell’impianto di oggi.

L’idea è quella di tenere una parte del San Siro di oggi, trasformandolo in una sorta di cittadella dello sport, con verde e negozi. Sperare in qualcosa di più per il Comune è praticamente impossibile: pensare di avere un nuovo stadio che coesista con l’impianto storico è impossibile. Restano in piedi dunque i progetti della Cattedrale e degli Anelli di Milano, che sono ancora in corsa per diventare la nuova casa di Milan e Inter: “I nuovi progetti prevedono una rifunzionalizzazione di San Siro destinandolo prevalentemente a funzioni sportive di base e di intrattenimento per far vivere il distretto di San Siro 365 giorni all’anno”, si legge nel comunicato dei due club dopo l’incontro con il Comune a Palazzo Marino.

Il progetto di Manica-Sportium conserva tutto il lato est dello stadio, sia il primo sia il secondo anello, e prevede la demolizione di tre torri su quattro. San Siro viene tenuto in “vita” grazie alle rampe del secondo anello, ritenute di valore architettonico dai Beni Culturali: all’esterno sarebbero ben visibili e il progetto è quello di trasferirci il museo dei club.  Anche Populous ha lavorato sulle indicazioni di Milan e Inter, cercando di lasciare una traccia dello stadio attuale, anche se da questo punto di vista la proposta sarebbe più limitata (non ci sono più le torri). L’obiettivo è quello di creare una ampia zona verde accanto alla Cattedrale, conservando una parte delle rampe del Meazza, proteggendo porzioni di curve su entrambi i lati e riutilizzando le scalinate. In generale il problema delle volumetrie non è stato ancora affrontato a fondo, ora la priorità è capace in che modo San Siro può essere salvato. Solo dopo si affronteranno altre questioni. Intanto il Milan punta a un giovane centrocampista, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy