Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

NEWS MILAN

Salvagente Ibrahimovic: forse titolare anche per Atlético Madrid-Milan

Zlatan Ibrahimovic (attaccante AC Milan) possibile titolare in Atlético Madrid-Milan di Champions League | News (Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic, bomber del Milan, ha segnato una doppietta da record a Firenze. Si candida per giocare dal 1' anche in Champions League

Daniele Triolo

'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola ha parlato di Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, che in occasione della prima sconfitta stagionale del Diavolo in Serie A (il 3-4 subito al 'Franchi' dalla Fiorentina) non ha deluso le attese dal punto di vista personale.

Ibrahimovic, infatti, ha segnato una doppietta da record, diventando il calciatore più anziano ad aver segnato una marcatura multipla nel massimo campionato, a 40 anni e 48 giorni. Ciò non è servito affinché il Milan conquistasse punti, ma Zlatan, questo è certo, ha dato la scossa ai rossoneri.

Lanciando, al contempo, un segnale importante. Ovvero, Ibrahimovic è di nuovo al centro del Milan, benzina pura per una squadra che crede davvero di poter vincere lo Scudetto in questa stagione. Oltre che di potersi giocare le sue (residue) chance di approdare agli ottavi di finale di Champions League.

Tra il Milan e il passaggio del turno, però, c'è l'ostacolo Atlético Madrid, nella partita che si disputerà mercoledì sera, ore 21:00, al 'Wanda Metropolitano'. Ed è lì, secondo la 'rosea', che Ibrahimovic conta di esserci, nuovamente da titolare, per trascinare con sé i giovani compagni verso quella che sarebbe una bella impresa.

In fin dei conti, la sua condizione atletica sta crescendo. Al 'Franchi' Ibrahimovic è partito titolare per la terza volta di fila, restando in campo per tutti i 90' come era già accaduto nel derby. La sua presenza nella manovra rossonera è stata costante, come ai bei, vecchi tempi.

Zlatan ha dettato il passaggio, ha creato spazi per i compagni, ha arretrato il proprio raggio d'azione quando ce n'è stato bisogno. E non ha patito neanche l'ingresso in campo di Olivier Giroud e il ricorso, quindi, al doppio centravanti. Anzi: la doppietta ai viola è nata proprio nei minuti di convivenza in campo con il francese.

Finora Ibrahimovic è sempre partito titolare con il Milan in campionato e Giroud lo ha fatto in Champions League. Ibra, adesso, proverà a sovvertire le gerarchie di mister Stefano Pioli. Il quale, finora, gli ha sempre considerati alternativi l'uno dell'altro, da far giocare insieme soltanto in caso di necessità. Milan, duello di mercato con la Juve per il nuovo Pogba. Le ultime >>>

tutte le notizie di