Rafael Leao: corsa, idee e recuperi. Il portoghese ha convinto tutti

“La Gazzetta dello Sport” si sofferma su Rafael Leao, attaccante del Milan, che dall’arrivo di Zlatan Ibrahimovic ha cambiato passo

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

NEWS MILAN – La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, sottolinea la crescita di Rafael Leao. Dall’arrivo di Zlatan Ibrahimovic il portoghese ha cambiato passo sia fuori (sta studiando l’italiano su consiglio di Zlatan) e sia dentro al campo, conquistando i tifosi rossoneri con le sue accelerazioni. Il Milan ha speso 35 milioni per il suo cartellino, che a molti sono sembrati eccessivi, ma il 2020 del portoghese mette tutti d’accordo.

Con il 4-4-2 ideato da Stefano Pioli dopo l’arrivo di Ibrahimovic, Rafael Leao si sente a suo agio in tutte le posizioni dell’attacco. Parte da seconda punta, ma può anche allargarsi a sinistra e creare superiorità sfruttando tecnica e corsa o addirittura arretrare a fare il trequartista, così come è successo in occasione del primo gol di Rebic contro l’Udinese. L’ex Lille in alcuni frangenti si estranea dalla partita, ma è uno che ha strappi e accelerazioni che possono diventare devastanti anche nei momenti in cui sembra “uscito” dal match.

Rafael Leao, però, non è solo classe, ma anche sostanza. Nell’ultima partita disputata, ad esempio, ha vinto 6 contrasti su 10 e recuperato ben 6 palloni. Solo Bennacer (14) e Theo Hernandez (9), un mediano e un difensore, hanno fatto meglio di lui, a testimonianza di come il calciatore abbia fatto un passo in avanti dal punto di vista mentale. Insomma, il portoghese ha convinto Pioli, proprietà, dirigenti e tifosi, ma è vietato abbassare la guardia. Ma su questo i tifosi possono stare tranquilli: ci pensa Ibrahimovic. Intanto il Milan pensa al sostituto di Rodriguez. Ecco i tre nomi, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy