Playoff e playout? No, grazie! La Serie A vuole concludere il campionato

I club di Serie A rifiuterebbero l’idea di svolgere playoff Scudetto e playout salvezza e vorrebbero concludere il torneo. Anche ripartendo il 2 maggio

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Serie A - Campionato sospeso play-off play-out

NEWS SERIE A – Con la notizia della positività di Daniele Rugani, difensore della Juventus, al CoVid_19, non cambia molto per il campionato di Serie A, che era già stato sospeso, proprio per evitare casi di questo genere, almeno fino al prossimo 3 aprile. Ora, però, andrà studiata una soluzione definitiva per il torneo entro il 23 marzo, data del prossimo Consiglio Federale.

Secondo ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, lo scenario che i club di Serie A immaginano è uno: vogliono concludere il campionato in maniera ‘regolare’, scartando una delle ipotesi scaturite al termine dell’ultimo Consiglio Straordinario della FIGC, ovvero quello di svolgere i playoff per l’assegnazione dello Scudetto e dei playout per decidere le squadre che conserverebbero la categoria e quelle che, invece, retrocederebbero in Serie B.

Mancano 12 giornate per concludere il torneo di Serie A ed i club vorrebbero concluderlo, anche ripartendo il prossimo 2 maggio, con la scadenza necessaria, però, del 30 giugno 2020 imposta anche dalla scadenza dei contratti di tanti calciatori del massimo campionato. L’ipotesi playoff (che coinvolgerebbe Juventus, Lazio, Inter ed Atalanta) e playout (che chiamerebbe in causa Brescia, Spal, Lecce e Genoa) rappresenterebbe, pertanto, nella testa dei club di Serie A soltanto l’extrema ratio.

Intanto, per quanto concerne il Milan, si parla molto di un possibile arrivo di Ralf Rangnick in panchina per la prossima stagione. Oggi ha parlato il suo agente e ha spiegato come sta la situazione. Vuoi conoscerla nel dettaglio? Leggi qui!!!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy