Milan, Gattuso si gioca il futuro in un mese

Gennaro Gattuso gode della piena fiducia di società e giocatori, ma si gioca Champions League e Coppa Italia: ad aprile vietato fallire

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Come sottolineato dal quotidiano ‘Tuttosport’ oggi in edicola sarà un mese di aprile intenso quello che attende Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, reduce dalla trasferta a Liverpool per la partita delle vecchie glorie rossonere contro le leggende dei ‘Reds’ nella quale ha ritrovato tanti amici.

Oggi, infatti, al ‘Milanello Sports Center’ di Carnago (VA), si ricomincia a pensare alla sfida di sabato 30 marzo, ore 20:30, quando il Diavolo sarà ospite della Sampdoria allo stadio ‘Luigi Ferraris’ di Genova: sarà una gara complicata, la prima di un mese in salita per i colori del Milan, trenta giorni da non sbagliare per gli obiettivi stagionali del club e soprattutto per Gattuso.

Tuttosport’, infatti, ha ricordato come il tecnico goda della piena fiducia della società e dei giocatori, ma anche come, in aprile, il Milan si giochi larga fetta della qualificazione alla prossima Champions League oltre che la semifinale di ritorno di Coppa Italia, a ‘San Siro’ contro la Lazio. Già essere eliminato, in casa, dalla competizione nazionale potrebbe per esempio causare qualche grattacapo al tecnico rossonero …

Il ciclo di ferro del Milan, ironia della sorte, partirà dunque da Sampdoria-Milan, laddove, lo scorso 12 gennaio, era iniziato il suo ottimo 2019: da quel momento, dal 2-0 in Coppa Italia firmato nei supplementari dalla doppietta di Patrick Cutrone, i rossoneri hanno infilato 10 risultati consecutivi, di cui 7 vittorie, subendo soltanto 3 gol. Cedendo le armi soltanto alla Juventus, 1-0, nella finale di Supercoppa Italiana. Ora, dopo la Sampdoria, arriverà l’Udinese a ‘San Siro’ nel turno infrasettimanale, quindi ancora la Juventus all’Allianz Stadium, e, nel mezzo delle due sfide interne contro la Lazio in campionato e coppa, le complicate trasferte di Parma e Torino, sponda granata.

Ci sarà bisogno, dunque, ha concluso ‘Tuttosport’, di un Milan decisamente più tonico, atleticamente, e più incisivo, sotto rete, di quanto visto prima della sosta per gli impegni delle Nazionali. Nel tentativo, magari, di evitare lo score dell’anno passato, quando, dopo la sosta di marzo-aprile, il Diavolo vinse soltanto una gara (2-1 a Bologna), perdendone due (Juventus e Benevento) e pareggiandone quattro. Gattuso cercherà, dunque, le giuste soluzioni per riprendere a volare con il suo Milan e per blindare la sua panchina. Intanto, un ex giocatore del Milan, oggi allenatore, ha accettato la sfida di una panchina impossibile! Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy