Ambrosini: “Gattuso? Ha fatto un lavoro straordinario. Su Paquetà…”

Massimo Ambrosini, ex centrocampista rossonero, ha rilasciato una lunga intervista alla “Gazzetta dello Sport” in cui ha parlato dell’attualità rossonera

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport: “In un campionato dominato al vertice dalla Juve e con un Napoli all’altezza, la sfida per guadagnarsi la Champions sta diventando meravigliosa. Un campionato nel campionato davvero avvincente”.

Se il Milan è felice di essere lì a lottare, l’Inter forse pensava di aver già chiuso a chiave la pratica.

«Dopo la sconfitta col Bologna, avevo detto che il terzo posto con largo margine può aver fatto rilassare la squadra. Sono mancati guizzi, cambi di ritmo, la manovra stenta troppo e Icardi non sta trovando il gol. Ora i nerazzurri sono dentro in pieno, in questa bagarre. E se non cambiano passo e non ricaricano le pile, rischiano il sorpasso del Milan e delle altre inseguitrici. Ma l’Inter resta strutturalmente forte, con un tecnico molto preparato. Può reagire».

Accanto a Gattuso, nel centrocampo rossonero, lei ha giocato per tredici anni e condiviso tanti trionfi. Le piace il Rino allenatore?

«Tantissimo, sta facendo un lavoro straordinario. Davvero non capisco cosa gli si possa chiedere di più. Ha dato forza mentale a questo gruppo, consapevolezza. E soprattutto ha dato un’anima».

È che dal Milan ci si aspetta sempre un rendimento in linea col prestigio del club.

«Bisogna valutare l’operato di un allenatore in rapporto alle aspettative della società. Lui le sta rispettando in pieno. Oltre ai risultati, gli si chiedeva anche di valorizzare i giocatori della rosa, mi sembra che ci sia riuscito».

Un esempio?

«Su tutti direi Bakayoko, la sua crescita rispetto alle difficoltà di inizio stagione è assolutamente evidente».

Durante il mese di febbraio tornerà a disposizione Lucas Biglia, fermo da mesi per infortunio. Rino non rischia di scombinare l’equilibrio del centrocampo, dopo tanta fatica per trovarlo?

«Bakayoko è diventato fondamentale, ma non dimentichiamoci che anche Biglia lo era, prima di farsi di male. Toccherà a Rino trovare la soluzione più adatta, perché non penso che oggi il francese possa restare fuori».

Cosa potrebbe accadere tatticamente?

«Un’ipotesi potrebbe essere quella di avanzare la posizione di Paquetà, perché ha le caratteristiche tecniche per poterlo fare. Ma ripeto, lasciamo lavorare Gattuso, vede i calciatori tutti i giorni».

Come finirà la volata per la Champions?

«Non chiedetemelo, non faccio l’indovino. Però posso dire a entrambe le squadre milanesi di fare attenzione all’Atalanta, oggi è la rivale più in forma e pericolosa».

INTANTO IL MILAN SEMBRA ESSERE MOLTO VICINO A UN ATTACCANTE ESTERNO, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy