Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

NEWS MILAN

Milan, quante soluzioni tattiche per Pioli: il Diavolo ha tanti volti

Stefano Pioli (allenatore AC Milan) studia soluzioni tattiche per i rossoneri | Milan News (Getty Images)

Il Milan di Stefano Pioli, seppur con qualche assenza, stupisce per la continua ricerca di nuove varianti tattiche. Ecco le mosse del tecnico

Daniele Triolo

'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola ha parlato del Milan di Stefano Pioli, spiegando come il Diavolo, in questa stagione, stia sperimentando tante soluzioni tattiche diverse. Questo per cercare di essere meno prevedibile del solito, per poter colpire l'avversario quando meno se l'aspetta. E, logicamente, per poter incamerare più punti dell'anno passato, quando i rossoneri sono arrivati secondi in Serie A. Anche perché non si disponeva delle giuste armi per lottare fino alla fine.

In quest'annata, invece, la rosa del Milan di Pioli è più lunga ed i calciatori a disposizione del tecnico di Parma sono duttili ed adattabili in varie posizioni. Una manna dal cielo per l'allenatore. Il quale, così, pur partendo dal consueto 4-2-3-1 di base, può variare modulo ed interpreti del suo Milan di partita in partita, ma anche a gara in corso. Andando oltre, dunque, quanto già ampiamente rodato e collaudato per sorprendere il rivale di turno. La capacità di Pioli di far sentire tutti, egualmente, titolari è una risorsa aggiuntiva.

Pioli, per esempio, potrebbe sperimentare anche il 3-5-2. Spesso il tecnico utilizza già la difesa a tre in fase di impostazione, facendo stringere Davide Calabria come terzo centrale. O facendo abbassare uno dei due centrali di centrocampo tra Simon Kjaer e Fikayo Tomori (o Alessio Romagnoli, che può giocare al posto del danese o al posto dell'inglese). Il Milan di Pioli, però, potrebbe anche impiegare insieme i suoi tre centrali, escludendo Calabria. Potrebbe mettere Alexis Saelemaekers e Theo Hernández come esterni di centrocampo e schierando Brahim Díaz da unico trequartista dietro due punte di ruolo.

Ma, al contempo, può anche pensare al 4-3-1-2, un modulo che prevede l'utilizzo, in simultanea, dei suoi tre mediani, Sandro Tonali, Franck Kessié ed Ismaël Bennacer, con l'esclusione, in questo caso, del belga Saelemaekers. Davanti, in entrambi due i moduli, potrebbero giocare Zlatan Ibrahimovic ed Olivier Giroud, o uno dei due in coppia con Rafael Leao o Ante Rebic. Senza dimenticare, poi, che il Milan, in panchina, ha anche validi cambi quali Rade Krunic, Tiémoué Bakayoko, Samu Castillejo e Pietro Pellegri.

Insomma, un Diavolo dai tanti volti, questo Milan di Pioli, pronto a cambiare, ad evolversi, per stupire ancora. E, magari, dare l'assalto, convinto, ai vertici della classifica del campionato. Mercato, per il vice Brahim in arrivo la 'moncadata'! Le ultime news >>>

tutte le notizie di