Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, lo scudetto passa anche dalla panchina: da Tatarusanu a Diaz, l’oro di Pioli

Per il Milan lo scudetto passa anche dalla panchina: da Tatarusanu a Brahim Diaz, ecco alcune riserve preziose di Stefano Pioli

Enrico Ianuario

Lo scudetto si vince grazie ai dettagli. E, a volte, tali dettagli possono arrivare dalle risorse presenti in panchina. L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' fa il punto sulle riserve del Milan, con Stefano Pioli che, tra urgenze e scelte tecniche, ha praticamente coinvolto chiunque della sua rosa.

Tatarusanu, ad esempio, ha dovuto difendere i pali in sei partite di campionato. Qualche errore c'è stato, come quello commesso contro la Fiorentina nella gara d'andata, così come anche qualche prodezza. Basti pensare alla grande parata in occasione del calcio di rigore di Lautaro Martinez nel derby d'andata, terminato poi 1-1.

Un calciatore sul quale ha sempre puntato Stefano Pioli è sicuramente Rade Krunic. La duttilità fatta persona, il centrocampista bosniaco ha praticamente giocato in tutti i ruoli del campo. Terzino destro contro il Genoa, centrocampista centrale, trequartista e anche 'falso nueve' contro la Salernitana a 'San Siro'. Insomma, quando c'è bisogno Krunic risponde sempre presente.

Ha iniziato la stagione da titolare, poi si è spesso alternato con Junior Messias per occupare la corsia destra del campo. Alexis Saelemaekers oggi rappresenta un'ottima risorsa per Pioli. Grazie alla sua gamba, può risultare determinante a gara in corso. Anche contro il Napoli, ad esempio, entrò molto bene in campo, tanto da sfiorare addirittura il gol del 2-0.

Discorso più o meno simile anche per Brahim Diaz. Se quando parte dal primo minuto fa fatica, spesso e volentieri è risultato determinante entrando dalla panchina. Nel derby di ritorno contro l'Inter, nonostante la doppietta di Giroud, il numero 10 rossonero ha spaccato in due la partita grazie alle sue giocate e alle sue serpentine.

In tutto ciò c'è da considerare anche come alcuni giocatori siano passati dal sedersi regolarmente in panchina ad essere titolari inamovibili. Basti pensare a Pierre Kalulu, il quale doveva essere il jolly e riserva dei terzini destri e dei centrali di difesa. Complice il grave infortunio di Kjaer, il francese però ha scavalcato Alessio Romagnoli nelle gerarchie (diventando così una riserva di lusso) e adesso forma la coppia di centrali insieme a Fikayo Tomori. Il tutto, ovviamente, grazie a Stefano Pioli, detto anche 'il valorizzatore'. Milan, colpo in casa Atlético Madrid? Le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di