Milan, mercato da Scudetto e poi 50 milioni di ricavi: i dettagli

MILAN NEWS – L’obiettivo resta il quarto posto, ma si lavora per ottenere di più. Il primo posto porterebbe al Milan poco meno di altri 10 milioni.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Gazidis Pioli Maldini Milanello Roma-Milan

MILAN NEWS – Uno Scudetto da pochi spicci. Il Milan è stato costruito e sta venendo ancora costruito con pochi milioni. Zero spese folli, tanti acquisti mirati a prezzi ragionevoli. Inoltre, vincere il titolo non porterebbe un guadagno molto superiore alla qualificazione in Champions League, direttamente: una differenza di 7-8 milioni. Indirettamente, però, succederebbero una serie di cose per cui le casse rossonere non potrebbero far altro che ringraziare. In primis la rivalutazione della rosa, già avvenuta e che aumenterebbe. Poi la rivalutazione del marchio, che ultimamente vive un periodo un po’ di crisi. L’obiettivo ufficiale, comunque, non cambia: quarto posto e Stefano Pioli predica prudenza. Non è ancora neanche metà campionato effettivamente, ma il Milan ha continuità ormai da un anno. In tutto e per tutto: dal campo al mercato, dalle politiche alla capacità di adattarsi ai momenti.

Il Milan sta sorprendendo tutti, scrive la Gazzetta, ma lo scetticismo resta comunque abbastanza. Il club nel frattempo si attrezza, restando fedele alle linee guida: un mix di giovani e di giocatori esperti. Di certo però non ci si aspettava risultati così, che hanno evidentemente cambiato il modo di agire della dirigenza sul mercato. C’è stata un’accelerata per stare al passo con la squadra. Gli indizi iniziano a essere un po’: dall’arrivo di Mario Mandzukic, giocatore croato classe 1986 con grande esperienza di vittorie, fino al tentativo di rinforzare la squadra in ogni reparto. Il Milan inizia a voler vincere. Anche perché entrare in Champions da primi sarebbe un po’ diverso: la quota del market pool per l’Italia è di 50 milioni. 25 in base alla posizione ottenuta in campionato e 25 in base al percorso successivo. Chi arriva primo ottiene subito 10 milioni, chi arriva secondo 7,5, il terzo 5 e il quarto solo 2,5. Ecco, appunto, i 7,5 milioni di differenza. Ecco perché comunque l’importante è il piazzamento in Champions, che garantirebbe a prescindere dalla posizione subito 15 milioni per l’accesso ai gironi, 2,7 milioni per ogni vittoria e 900mila euro per ogni pareggio. Il Milan prova ad accelerare, ma tenendo sempre chiaro l’obiettivo. Un tentativo si farà, ma l’importante è continuare ad avere basi solide. Non bisogna affrettare forzatamente i tempi. Ma Paolo Maldini l’ha detto più volte: questo club a volte è tornato prima di quanto ci si aspettasse.

OGGI ARRIVA TOMORI E NON SOLO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy