Milan, Ibrahimovic è garanzia di qualificazione in Champions League

Milan, Ibrahimovic è garanzia di qualificazione in Champions League

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Con Zlatan Ibrahimovic in attacco da inizio stagione aumentano molto le chance del Milan di arrivare tra le prime 4 in Serie A

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha ricordato che se una squadra può vantare in rosa la presenza di Zlatan Ibrahimovic, questa alla fine della stagione si qualificherà alla Champions League. È questo il dato che si evince scorrendo, a ritroso, nella carriera del formidabile attaccante svedese sin da quando è sbarcato nel calcio che conta dopo l’iniziale esperienza in Svezia, nel Malmö.

Una ‘polizza’, questa di Zlatan, confermata, anche se se soltanto nel rendimento, anche in questi suoi mesi al Milan: i rossoneri, da gennaio e sino al termine del campionato di Serie A 2019-2020, hanno incamerato ben 41 punti, infilando dodici risultati utili consecutivi su dodici dopo il lockdown. Uniche sconfitte nel girone di ritorno, il derby contro l’Inter e la sfida di ‘San Siro‘ contro il Genoa.

Avesse avuto Ibra, e questo ritmo, per tutta la stagione, il Milan avrebbe festeggiato l’approdo in Champions League: per i rossoneri sarà fondamentale poterlo fare presto, e, per farlo, il Diavolo ed Ibrahimovic dovranno ripartire a settembre, nella prossima stagione, con lo stesso passo fatto vedere nelle ultime partite disputate. Quella squadra, infatti, con ritocchi mirati sul mercato, può ambire senza dubbio ad entrare tra le prime quattro del campionato italiano.

Ciò, per il Diavolo, significherebbe incamerare più soldi per le casse, un po’ asfittiche, in termini di fatturato, da qualche anno, in concomitanza con l’assenza del Milan dai palcoscenici europei più raffinati. Per arrivare a questo, ha proseguito il quotidiano torinese, il Milan farà grande affidamento sull’impatto che Ibrahimovic potrà avere sulla prossima stagione. Per Zlatan, la qualificazione in Europa League è un traguardo che non basta e non può accontentare una società come quella rossonera.

Per Ibra, il Milan deve essere sempre presente in Champions League. E questo è l’obiettivo del club, che manca alla più importante competizione europea per squadre di calcio dal marzo 2014, quando i rossoneri furono sconfitti (1-4) al ‘Vicente Calderón‘ ed eliminati dall’Atlético Madrid agli ottavi di finale della Champions League 2013-2014. Da lì in poi, buio: un paio di partecipazioni in Europa League, un’esclusione concordata a tavolino con il TAS di Losanna, tanti anni di anonimato fuori dalle coppe.

Mentre il Milan, poi, ogni anno arrancava e sognava, sul mercato, il ritorno di Ibrahimovic, lui, lo svedese, la competizione l’ha giocata con regolarità, eccezion fatta per la stagione 2016-2017, quando, con il Manchester United, giocò in Europa League fino ad aprile, prima di rompersi i legamenti crociati del ginocchio ad ‘Old Trafford‘ contro l’Anderlecht. Alla fine dell’annata, con Ibra infortunato, i ‘Red Devils‘ vinsero la competizione, guadagnando l’accesso alla Champions League l’anno seguente. Vedete? Con Ibrahimovic è garanzia di qualificazione.

QUESTE LE ULTIME NEWS SUL RINNOVO DI CONTRATTO DI IBRA MA NON SOLO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy