Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

NEWS MILAN

Milan, attacco inceppato: servono i gol di Giroud e Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud (attaccanti AC Milan) | Milan News (Getty Images)

Olivier Giroud e Zlatan Ibrahimovic, attaccanti del Milan, sono chiamati ad un finale di stagione da protagonisti per la volata Scudetto

Daniele Triolo

Il 'Corriere dello Sport' ha parlato di Olivier Giroud, Zlatan Ibrahimovic e, più in generale, dell'attacco del Milan che si è inceppato sul più bello. Proprio nel momento in cui, infatti, la squadra di Stefano Pioli avrebbe dovuto concretizzare per portare punti preziosi a casa, si è dovuta arrendere di fronte ad una manovra sterile ed a tante occasioni sciupate contro il Bologna.

I problemi del Milan in fase realizzativa, però, partono da lontano. E non dipendono soltanto da Giroud e Ibrahimovic. Nelle ultime cinque partite di Serie A, infatti, i rossoneri hanno segnato soltanto quattro gol. Questo nonostante la grande mole di lavoro e produzione offensiva. Che resta, però, soltanto potenziale.

In Milan-Udinese 1-1 del 25 febbraio scorso aveva segnato Rafael Leão. Quindi, la settimana successiva, in occasione della sfida Napoli-Milan 0-1 del 'Maradona', ecco il gol di Giroud, con il rientro in campo di Ibrahimovic nei minuti finali del match. Anche contro Empoli a 'San Siro' e Cagliari in trasferta, vittorie di misura siglate, però, da Pierre Kalulu ed Ismaël Bennacer. Due giocatori non propriamente abituati a segnare.

 Zlatan Ibrahimovic ed Olivier Giroud (attaccanti AC Milan) durante Milan-Napoli 0-1 (Serie A 2021-2022) | News (Getty Images)

In Milan-Bologna, dove Giroud è partito titolare ed Ibrahimovic è entrato al 70' in sua sostituzione, l'attacco del Diavolo si è fermato. Non sono bastati 33 tiri per avere la meglio sui felsinei: 7 conclusioni sono finite in porta, ma nulla di fatto. La mancanza di gol, questo è certo, sta diventando un problema in casa rossonera e mister Pioli proverà a risolverlo lavorando in questi giorni a Milanello.

Il tecnico potrebbe mischiare delle carte, rivedere delle scelte. Il Milan, infatti, contro il Bologna è partito, nel suo 4-2-3-1, schierando Junior Messias, Brahim Díaz e Leão dietro Giroud. Ma ha chiuso con Leão, Brahim ed Ante Rebić alle spalle di Ibrahimovic. Una vera e propria rivoluzione che, però, non ha portato in dote il giusto guizzo sotto rete. È mancata qualità sulla trequarti: difficile, così, riuscire a sviluppare una manovra offensiva avvolgente e che metta il centravanti in condizione di battere a rete.

Il Milan, finora, si è aggrappato ai gol di Giroud, Ibrahimovic e Leão, che sta vivendo la sua miglior stagione dal punto di vista realizzativo. Ed ancora a loro chiederà le reti per risollevarsi e ripartire di slancio. Dagli altri, però, ci si aspetta un cambio di passo. Brahim Díaz non segna dal 25 settembre 2021 e non fornisce assist dal 4 dicembre 2021. Anche Rebic, martoriato dagli infortuni, finora ha deluso. Ha giocato poco, male e segnato un paio di reti soltanto.

A destra, poi, il Milan evidenzia la situazione peggiore. Alexis Saelemaekers, che non gioca titolare da più di un mese, è fermo ad un solo gol in Serie A, mentre Messias, che pure di reti ne ha fatte finora 4, ha avuto un drastico calo di rendimento nell'ultimo periodo. Al 'mago' Pioli, ed ai suoi due esperti centravanti, Oli e Zlatan, spetterà il compito di tornare a riempire di palloni le reti avversarie. Altrimenti saranno dolori. Trequartista: Milan, che opportunità in Premier! Le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di