Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

JUVENTUS

Juventus, non solo plusvalenze: soldi agli agenti per mandati fittizi?

Maurizio Arrivabene, Andrea Agnelli e Pavel Nedved e Federico Cherubini, difensori della Juventus | Serie A News (Getty Images)

Si complica la posizione della Juventus nell'inchiesta della Procura di Torino su plusvalenze sospette e presunto falso in bilancio

Daniele Triolo

'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola ha parlato della Juventus. Anche perché non soltanto le plusvalenze sospette ed il presunto falso in bilancio sarebbero al centro delle annotazioni che la Guardia di Finanza ha consegnato alla Procura di Torino.

Un altro filone dell'inchiesta in corso, infatti, riguarda dei compensi elargiti a procuratori fittizi. La Procura di Torino, nel suo comunicato stampa di avvio dell'indagine 'Prisma' nei confronti della Juventus, ha parlato di "prestazioni rese da alcuni agenti coinvolti nelle rispettive intermediazioni".

Dalle intercettazioni emergerebbe come alcuni pagamenti non corrisponderebbero alle operazioni davvero concluse. Per questo motivo, nelle 12 ore di perquisizioni nelle sedi della Juventus, sono stati sequestrati anche i documenti legati ai mandati degli agenti e i contratti con società terze.

Secondo l'accusa, in pratica, si parla di "mandati fittizi" per delle operazioni di calciomercato inesistenti del club bianconero, tanto per l'acquisto quanto per la cessione di giocatori, oltre che quelle per i rinnovi dei contratto. Il 'Corriere della Sera', poi, ha aggiunto un particolare alla vicenda.

Tra gli atti dell'inchiesta 'Last Banner', sulle estorsioni degli ultras al club (2018-2019), da un'intercettazione tra un giocatore ed un suo amico saltò fuori un sospetto che la Digos definì di "assoluta gravità". Ovvero, che alcune trattative di calciatori andassero "a buon fine esclusivamente dietro pagamento di soldi in nero" agli agenti. Milan, top player non rinnova e Maldini prova a prenderlo! Le ultime >>>

tutte le notizie di