Europa League – Milan-Sparta Praga 3-0: numeri e magie del Diavolo

MILAN-SPARTA PRAGA ULTIME NEWS – 3-0, netto, a San Siro dei rossoneri di Stefano Pioli. A segno Brahim Díaz, Rafael Leão e Diogo Dalot: tre classe 1999

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Diogo Dalot Rafael Leão AC Milan Milan-Sparta Praga Europa League 2020-2021

Europa League, Milan-Sparta Praga 3-0: l’analisi del match

 

MILAN-SPARTA PRAGA ULTIME NEWS – Il ‘Corriere della Sera‘ oggi in edicola ha commentato il netto successo, 3-0, dei rossoneri di Stefano Pioli in Milan-Sparta Praga di Europa League. Il Diavolo, reduce dal pareggio interno contro la Roma in campionato, ha ripreso immediatamente a vincere.

Con la vittoria di ieri, Alessio Romagnoli e compagni salgono a quota 9 (su 10 partite) in stagione. Sono 23, invece, i risultati utili consecutivi tra campionato e coppe. Naturalmente, a cavallo tra le stagioni 2019-2020 e 2020-2021. Primo in Serie A, il Milan, adesso, comanda da solo anche il Gruppo H di Europa League. Questo in virtù del 2-2 tra Lille e Celtic.

Nel caso in cui, la prossima settimana, il Diavolo centrasse un’altra vittoria a San Siro contro i francesi, potrebbe poi gestire il resto del girone senza troppi affanni. Al netto della modestia tecnica dello Sparta Praga di Václav Kotal, che non ha mai saputo impensierire Ciprian Tătărușanu, la reazione del Milan dopo il 3-3 subito dalla Roma in campionato è stata veemente e rabbiosa.

I rossoneri, in Milan-Sparta Praga di Europa League, hanno tenuto a riposo Theo Hernández, Franck Kessié (entrato solo negli ultimi minuti) e Hakan Çalhanoğlu. Concesso, dunque, spazio sul terreno di gioco a Diogo Dalot, Sandro Tonali e Brahim Díaz. Quest’ultimo, al 23′, ha portato avanti il Diavolo, rubando palla a metà campo ed avviando un contropiede poi rifinito, con classe, in porta, dopo l’assist di Zlatan Ibrahimović.

Lo svedese, poi, si è procurato un calcio di rigore. Dal dischetto, Ibrahimović ha spiazzato il portiere ma centrato la traversa. Il numero 11 rossonero non l’ha presa bene. Ma, nell’intervallo, come da staffetta prestabilita, è stato sostituito da Rafael Leão. Proprio il giovane attaccante lusitano ha raddoppiato, al 56′, concludendo sotto rete un’azione magistrale avviata da un’apertura sontuosa di Ismaël Bennacer e rifinita da un assist, con la ‘trivela‘, di Dalot.

E l’ex Manchester United, dieci minuti più tardi, ha chiuso definitivamente i giochi: involatosi in area di rigore su un lancio del solito Bennacer, di sinistro ha infilato il portiere dello Sparta Praga. Brahim Díaz, Rafael Leão e Diogo Dalot, tre calciatori nati nel 1999, a segno per il Diavolo. Un Milan che vince, convince, regala numeri e magie. In campionato così come in Europa.

LE PAGELLE POST-PARTITA DEI CALCIATORI ROSSONERI >>>

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA DI MISTER PIOLI >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy