Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-INTER

Derby Milan-Inter 1-1, altalena di emozioni: il Diavolo conserva il primato

Il derby Milan-Inter, valido per la 12^ giornata di Serie A, è terminato 1-1 (Getty Images)

Milan e Inter hanno dato vita ad un derby pieno di emozioni e colpi di scena. Un punto che serve di più ad un Diavolo che mantiene la vetta

Renato Panno

'La Gazzetta dello Sport', oggi in edicola, analizza il derby di ieri sera tra Milan e Inter. Una partita bella e veloce, con le squadre che non fanno troppe speculazioni tattiche, così a beneficiarne è lo spettacolo. Non sono affatto mancate le emozioni: la sblocca subito il fischiatissimo Hakan Calhanoglu, a fine partita Alexis Saelemaekers colpisce un palo clamoroso: in mezzo succede si tutto. Una partita corretta in cui sono mancati soltanto i giganti Zlatan Ibrahimović ed Edin Dzeko. Il primo si fa notare soltanto per uno squillo su punizione e qualche sponda, il secondo non si vede quasi mai e viene sostituito per un problema fisico.

Gli allenatori possono essere certamente soddisfatti per il gioco espresso dalle loro squadre. A sorridere di più è sicuramente Stefano Pioli che, complice il passo falso del Napoli contro il Verona, non ha perso la vetta della classifica. Il tecnico rossonero sorprende con la scelta di Brahim Diaz al posto di Alexis Saelemaekers. Ma a tutto c'è una spiegazione. A Rade Krunic il compito di tallonare Marcelo Brozovic, fonte principale del gioco nerazzurro. Poi il gioco delle coppie: Sandro Tonali su Hakan Calhanoglu e Franck Kessie su Nicolò Barella. In fase di possesso il Milan è quello visto a Roma: un 4-2-3-1 disarticolato che diventa una sorta di 3-1-5-1.

Il Milan gioca, l'Inter colpisce sulle fasce. L'altro ex della partita Matteo Darmian si invola in area e sorprende uno spaesato Fodé Ballo-Touré. A questo punto la mente dei tifosi rossoneri non può che ricordare con ancora più nostalgia l'assenza di Theo Hernandez. La logica vorrebbe di nuovo Calhanoglu dal dischetto, ma Lautaro decide di presentarsi dal dischetto e viene fermato da un superbo Ciprian Tatarsanu. Nel secondo tempo il ritmo diventa meno frenetico e il Milan ha la super occasione di trascorrere una sosta sugli allori, ma il tiro di Saelemaekers si stampa sul palo. Ultima emozione di un derby onesto, elettrico e divertente. Rinnovo Romagnoli sempre più complicato: il Milan studia una soluzione low cost per sostituirlo

tutte le notizie di