Dalot sgomita e Tomori convince: i prestiti cercano conferma | Milan News

Diogo Dalot e Fikayo Tomori, in prestito al Milan rispettivamente da Manchester United e Chelsea, vogliono giocare sempre meglio per farsi riscattare

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Diogo Dalot Fikayo Tomori AC Milan

Dalot e Tomori, ‘precari’ nel Milan, vogliono convincere e restare

 

Diogo Dalot e Fikayo Tomori, difensori del Milan, sono i protagonisti dell’approfondimento sui rossoneri de ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina. Tanto il laterale portoghese, classe 1999, quanto il centrale inglese, classe 1997, infatti, si trovano al Milan in prestito. Ma hanno intenzione di strappare la conferma anche per gli anni a venire.

Dalot e Tomori, ha sottolineato la ‘rosea‘, potrebbero avere subito un’occasione di convincere tutti in Spezia-Milan, gara in programma sabato sera al ‘Picco‘. In Liguria, infatti, il tecnico Stefano Pioli potrebbe schierare il numero 5, sulla fascia destra, ed il numero 23, al fianco di capitan Alessio Romagnoli, in difesa in luogo dello squalificato Davide Calabria e dell’acciaccato Simon Kjær.

Entrambi, tanto Dalot quanto Tomori, vorrebbero ripercorrere la storia rossonera dello stesso Kjær, ma anche di Alexis Saelemaekers e Ante Rebić. I quali, giunti al Milan inizialmente con la formula del prestito, sono stati successivamente riscattati a suon di ottime prestazioni sul campo. Il loro futuro, però, è tutto da costruire. Anche perché, finora, la loro esperienza rossonera sta viaggiando su binari differenti.

Dalot, giunto in prestito secco dal Manchester United, ha siglato un gol e fornito un assist (per Rafael Leão) in Milan-Sparta Praga 3-0 di Europa League, sul finire dello scorso mese di ottobre. Da allora, ad onor del vero, l’ex Porto non ha mai convinto, sia quando ha giocato a destra, al posto di Calabria, sia quando ha giocato a sinistra, al posto di Theo Hernández. Forse è per questo che rossoneri e ‘Red Devils‘ aspettano prima di sedersi attorno ad un tavolo per un’eventuale trattativa.

Tomori, invece, giunto in prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni di euro dal Chelsea, è entrato bene, ‘a freddo’, nel derby di Coppa Italia contro l’Inter, nonostante il risultato non abbia sorriso ai rossoneri. Poi, ha fatto molto bene nelle gare contro Bologna e Crotone in campionato. Tre indizi non fanno di certo una prova, ma siamo sulla buona strada: il giocatore è sicuramente interessante. Appare proprio il difensore che mancava nell’organico rossonero.

Soltanto il campo, nei prossimi mesi, comunque, dirà se Dalot e Tomori avranno conquistato la permanenza agli ordini di Pioli. Leggi l’intervista di Bennacer: parla di Ibrahimović, Pioli e non solo! Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy