Tuttosport – Raducioiu: “Milan, Modric da prendere al volo”

Tuttosport – Raducioiu: “Milan, Modric da prendere al volo”

Florin Valeriu Raducioiu, ex attaccante del Milan, ha commentato le mosse di mercato, ma non soltanto, della società rossonera: le sue parole

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILANFlorin Valeriu Raducioiu, classe 1970, è stato attaccante del Milan nella stagione 1993-94: con la squadra allora diretta da Fabio Capello vinse lo Scudetto e la Champions League ad Atene contro il Barcellona. Ha giocato anche con Bari, Hellas Verona e Brescia, ma il suo cuore è rimasto colorato di rossonero. Al Milan ha giocato con gli attuali dirigenti del club di Via Aldo Rossi, Paolo Maldini, Angelo Carbone e Zvonimir Boban. Questa mattina, dunque, Raducioiu ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, queste le sue dichiarazioni:

Su Marco Giampaolo come nome giusto per rilanciare il Milan: “Indubbiamente, è un allenatore che è maturato moltissimo e, effettivamente, ha fatto degli ottimi campionati alla Sampdoria. Ha fatto rinascere Fabio Quagliarella che, a 36 anni, ha vinto la classifica cannonieri. È una scelta giusta, credo che il Milan abbia scelto bene. Va visto cosa riuscirà a fare in questo primo anno in rossonero e vedo, come ha detto Boban, una scelta giusta e potrebbe essere l’allenatore giusto per questo momento. È tutto da dimostrare se lui riuscirà, in base agli obiettivi della squadra, a raggiungerli. È garante di un bel gioco, ma quello che conta sono i risultati. Da grande tifoso del Milan spero vada bene”.

Su cosa ci si aspetta da Krzysztof Piatek: “Le aspettative sono maggiori rispetto a Quagliarella ed alla Sampdoria. Lui percepisce la pressione. Credo che attraverso il gioco Piatek potrà fare ancora tanti gol. Credo che sarà in grado di valorizzarlo ancora di più e farlo diventare il capocannoniere del campionato. Tutti ci aspettiamo il suo exploit definitivo dopo un’annata eccezionale. Il cantiere è aperto. Se lui riuscirà a fare tanti gol, allora il Milan potrà puntare ad un posto in Champions League, che l’anno scorso è sfumata per due punti”.

Sull’innesto in mezzo al campo di Ismael Bennacer: “A me piace molto. Così come il ritorno al regista di qualità che prende in mano le redini della squadra. Deve essere lui a dettare i tempi della squadra. Sta facendo una grande Coppa d’Africa. Mi piace tanto e spero che faccia molto bene. Il Milan ha bisogno di giocatori di qualità come lui”.

Su Jesús Suso trequartista: “Tutto può succedere. C’è bisogno che lui faccia uno switch mentale. Noi potremo vedere dopo le prime amichevoli se Suso riuscirà a fare bene in quella posizione molto delicata. Io, personalmente, non lo vedo in quel ruolo perché dovrà giocare spalle alle porta. Suso deve giocare con la palla tra i piedi. Seconda punta lo vedo meglio, ma il suo ruolo è quello di esterno offensivo”.

Su Lucas Paqueta: “Ci si aspetta tantissimo da lui. In fase realizzativa e di costruzione del gioco, deve impattare maggiormente. Il tempo dell’adattamento è finito. Lui, Suso e Hakan Calhanoglu sono giocatori di qualità che devono fare la differenza”.

Sulla possibilità che il Milan prenda Luka Modric dal Real Madrid: “Il suo arrivo vorrebbe dire tantissimo. È un top player, Pallone d’Oro, è un sogno che sarebbe bellissimo se si realizzasse. È un giocatore che diventerebbe subito il leader della squadra. Se il Milan potesse fare questo sforzo, lo prenderei subito. Mando un whatsapp a Maldini e gli chiederò di prenderlo. Sarebbe un colpo che porterebbe un incremento di tutto: entusiasmo nei tifosi, abbonamenti, merchandising. È un giocatore che fa ancora la differenza. La mia compagna e suo figlio hanno fatto una foto con lui in un resort in Turchia pochi giorni fa. Chissà se è stata una felice coincidenza”.

Su Maldini e Boban insieme, da dirigenti, al Milan: “Paolo sì, me l’aspettavo. L’ho incontrato mesi fa a ‘Casa Milan’, quando c’era ancora Leonardo. Non mi sarei immaginato Zvone al Milan come dirigente. Ha fatto molto bene alla FIFA ed anche da opinionista. È un ragazzo molto intelligente e credo che possa dare qualcosa di molto importante per la rinascita del Milan. Credo che faranno bene. Mi ha sorpreso l’uscita di Leonardo. Però mi auguro che rimangano per tanti anni e spero che ci sia continuità nella proprietà”.

Sui talenti rumeni da consigliare al Milan: “Ne ho uno per l’Under 15. Chiamerò a breve il mio amico Carbone per proporglielo. Oggi il calcio rumeno non sta attraversando un grande momento, ma questo è un profilo interessante”. Intanto, il Diavolo, sul fronte mercato, si sta interessando ad un attaccante argentino: per le ultime, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy