Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Bologna-Milan, recuperano i duri: riecco Ibrahimovic, Kessie e Rebic

Zlatan Ibrahimovic, Franck Kessie e Ante Rebic, calciatori del Milan (Getty Images)

Dopo le difficoltà di Oporto, il Milan può accennare un sorriso: contro il Bologna riecco Kessie e Rebic. E Ibra si scalda per un posto da titolare

Renato Panno

L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' punta l'attenzione sulle parole di Zlatan Ibrahimovic dopo la sconfitta con il Porto. "Non dobbiamo mollare, non è cascato il mondo. Finché c'è speranza io ci credo". Parole da leader che sottolineano che, dal punto di vista aritmetico, ancora nulla è perduto. L'esempio Atalanta di due stagioni fa non può che essere da insegnamento. Molto è però perduto per un Milan che non vuole ancora darsi per vinto per diversi motivi: innanzitutto per l'orgoglio, ma anche per il prestigio e per la possibilità di conquistare almeno l'Europa League. Una vetrina, ovviamente, non al livello della Champions ma che permetterebbe di innalzare il ranking Uefa. Inoltre, in caso di arrivo fino in fondo, permetterebbe di incassare una trentina di milioni di euro.

Al momento, però, la cosa più importante è ripartire in campionato. In dieci giorni il Milan può davvero tornare al completo perché recuperano i duri, quelli che non ballano. E' il caso di Zlatan Ibrahimovic, che potrebbe tornare titolare dal primo minuto dopo aver aumentato il minutaggio contro il Porto. Torna anche Franck Kessie dopo la squalifica e Ante Rebic, che si è allenato ieri e ha già superato un infortunio che aveva inizialmente messo in apprensione il club. Uno scenario sicuramente positivo visti i tanti problemi riscontrati nei giorni scorsi. Attenzione anche alla variabile Theo Hernandez: tutto dipenderà dall'esito del tampone a cui verrà sottoposto in questi giorni. Idea di calciomercato del Milan: dal Portogallo il sostituto di Franck Kessie 

tutte le notizie di