Paqueta e il Milan, una storia a due facce: che ne sarà del brasiliano?

Lucas Paqueta, centrocampista del Milan, è ormai il lontano parente del giocatore geniale arrivato lo scorso anno. Cosa ne sarà di lui?

di Renato Panno, @PannoRenato
Paqueta Milan

ULTIME NEWS MILAN – Un’etichetta come ‘nuovo Kakà’ forse regalatagli con troppa fretta, ma difficilmente si può dimenticare di cosa sia capace Lucas Paqueta. Il brasiliano, fortemente voluto da Leonardo, è arrivato in rossonero a gennaio dello scorso anno. Per i giocatori sudamericani è spesso difficile ambientarsi subito ad un nuovo campionato, ma anche ad una situazione climatica nettamente differente. Tutto questo non ha toccato minimamente Paqueta che, appena sbarcato a Milano, è diventato un punto fisso della squadra allenata da Gennaro Gattuso.

Si è molto discusso sul ruolo del classe 1997, abituato a giocare più libero sulla trequarti. Ma l’attuale allenatore del Napoli non ha avuto dubbi a schierarlo come mezzala sinistra. Il risultato? Paqueta, insieme all’altro neo acquisto Krzysztof Piatek, hanno dato al Milan quella marcia in più che è mancata nella prima parte della stagione. Un campionato che è finito con l’amaro in bocca della mancata Champions League, ma che ha consegnato al Milan un giocatore di sicuro affidamento per il futuro.

Mai previsione fu così sbagliata. Eppure il nuovo anno, che vedeva Marco Giampaolo sulla panchina rossonera, sembrava l’inizio del suo completo processo di maturazione. I rapporto con l’ex Sampdoria è stato a dir poco controverso, visti i continui cambi di posizione con conseguenti battibecchi. Ma con Stefano Pioli la cosa è cambiata addirittura in peggio. Il cambio dal 4-3-3 al 4-4-2 ha completamente tarpato le ali a un Paqueta completamente fuori ruolo dappertutto.

E adesso? Premesso che sarà difficile capire cosa succederà vista l’emergenza coronavirus, il suo futuro è un rebus ancora da risolvere. Il Milan deciderà di credere al giocatore visto lo scorso anno o a quello che ha fatto fatica finora? La soluzione del problema potrebbe essere quella di ricorrere ad una via di mezzo, cioè quella di non considerare Paqueta né un brocco né un fuoriclasse. Ma i dubbi rimangono e sarà difficile sapere quando verranno risolti.

Intanto ecco il retroscena raccontato da Moratti su Zlatan Ibrahimovic, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy