Lo strano caso di Piatek e Paqueta: da oro del Milan a esuberi qualsiasi

Lucas Paqueta e Krzysztof Piatek, arrivati lo scorso gennaio, avevano dato slancio ad un Milan scarico. Un anno dopo la situazione si è ribaltata

di Renato Panno, @PannoRenato

ULTIME NEWS MILAN – E’ incredibile constatare come le cose possano cambiare nel giro di un solo anno. Nessun tifoso del Milan poteva mai immaginare quello che sta succedendo a Krzysztof Piatek e Lucas Paqueta in questo momento. Eppure sono bastati meno di 365 giorni per trasformare i due gioielli più splendenti della rosa rossonera in giocatori qualsiasi da piazzare al migliore offerente. Entrambi, chi per un motivo chi per un altro, sono iscritti ad una lista dei partenti quanto mai affollata per il Milan.

Le due storie sono ovviamente diverse ma si intrecciano con forza nel corso dei mesi. Il primo a vestire il rossonero è stato Lucas Paqueta. L’allora direttore sportivo Leonardo ha anticipato la concorrenza dei migliori club d’Europa per accaparrarsi un giocatore dalle indubbie qualità e dal sicuro avvenire. L’intuizione del dirigente verdeoro sul suo connazionale è stata chiara fin da subito: il 12 gennaio Paqueta esordisce in Coppa Italia contro la Sampdoria e lo fa da veterano, inserendosi a meraviglia negli schemi di Gennaro Gattuso. Il prosieguo della stagione è una continua conferma e il Milan termina la stagione conscio di avere in squadra un talento cristallino.

Inutile ripercorrere le orme di Krzysztof Piatek. Il polacco, appena arrivato al Milan, si è subito calato nella parte di bomber rossonero e non ha fatto rimpiangere Gonzalo Higuain, partito in direzione Chelsea. Una stagione in cui sembrava fosse il gol a cercarlo, e non viceversa. Anche con Piatek, il Diavolo era convinto di aver trovato il suo cannoniere per gli anni a venire.

E invece i castelli si sabbia si sono sgretolati. Piatek e Paqueta adesso sono considerati due dei tanti giocatori che possono partire senza nessun rimpianto. Strana la vita, strano il calcio, tutto è cambiato dopo soli 365 giorni. Cosa ne sarà adesso di loro? Le offerte non gli mancano, ma non sarà un tantino avventato cederli senza pensarci? Quale sarà il loro destino ce lo diranno i prossimi giorni. Intanto Stefano Pioli è riuscito a fare peggio di Marco Giampaolo, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ivan48 - 1 anno fa

    Prima di pensare a vendere Paqueta e Piatek sarebbe meglio togliete di mezzo gli equivoci che condizionano la squadra. Mi riferisco a Suso, Chalanoglu, Castillejo, Rodriguez e comprare dei buoni giocatori. Vendere Caldara sarà l’ultimo errore in ordine di tempo come Locatelli, Cristante per poi comprare giocatori peggiori. Essere stati grandi giocatori non vuol dire essere anche bravi dirigenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy