Milan alla riscoperta di Paqueta: ecco come giocherà con Pioli

Lucas Paqueta, centrocampista brasiliano del Milan, pronto a dare una svolta alla sua stagione con Stefano Pioli. Tatticamente e moralmente. Ecco come

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Sotto la conduzione tecnica di Marco Giampaolo, va detto, Lucas Paqueta, centrocampista brasiliano del Milan, ha raccolto davvero le briciole. In campo da titolare ad Udine in una gara dove è naufragata tutta la squadra rossonera, nessuno escluso, l’ex Flamengo è partito titolare soltanto nella gara di Verona, salvo poi essere sostituito nell’intervallo.

Per il resto, fugaci apparizioni contro Brescia (25’), Inter (26’) e Genoa (45’), quando Giampaolo lo ha gettato in campo nella ripresa sperando in un colpo di coda per ribaltare la sfida di ‘Marassi’ contro i rossoblu. Missione riuscita in parte, poiché la vittoria non è servita al tecnico originario di Giulianova per salvare la panchina.

Ora al Milan è arrivato Stefano Pioli, allenatore che sembra aver trovato da subito una buona sintonia con Paqueta, dal quale tutto l’ambiente rossonero si aspetta molto di più in campo: è dal suo immenso talento e dalla sua fantasia, infatti, che il gioco rossonero dovrà necessariamente passare per tornare ad essere più produttivi in zona gol e, di conseguenza, incisivi sotto rete.

Ma come giocherà Paqueta con Pioli? L’ex allenatore di Bologna, Lazio, Inter e Fiorentina, almeno all’inizio, partirà con il 4-3-3. Modulo in cui, alle dipendenze di Gennaro Gattuso, Paqueta aveva già fatto bene, nonostante i tanti (troppi?) compiti difensivi ai quali veniva designato. Con Pioli, si presume, il calciatore sudamericano avrà maggiore licenza di inserirsi sotto porta e, più in generale, esprimere liberamente le proprie qualità.

Anche se poi, a conti fatti, tra Gattuso, Giampaolo e Pioli la posizione in campo di Paqueta era e resterà quella della mezzala. Attenzione, però, perché Pioli, il giorno della sua presentazione in conferenza stampa ha detto una cosa importante. Per lui, Paqueta è una mezzala di qualità, talento che, in talune circostanze, potrà “andare a giocare dietro le linee”.

Cosa vuol dire? Pioli, nelle sue precedenti esperienze alla Lazio ed all’Inter, ha utilizzato anche il 4-2-3-1, sistema di gioco che, forse, permetterebbe a Krzysztof Piatek di potersi esprimere al meglio. In quel modulo, Paqueta, giocoforza, scalerebbe dalla mediana sulla trequarti, posizionandosi centralmente, proprio dietro l’unico attaccante, in quella porzione di campo che ricopriva al Flamengo.

In quel ruolo, finora, in Italia Paqueta ci ha giocato in appena due occasioni: 40’ in Milan-Udinese 1-1 dello scorso 2 aprile 2019, con Gattuso allenatore, prima di essere messo fuori causa da una distorsione alla caviglia e, il 31 agosto 2019, con Giampaolo, in Milan-Brescia 1-0, nei 25’ finali dal suo ingresso in campo. In entrambi i casi, Paqueta aveva fatto molto bene.

Pioli, da tecnico esperto e navigato, ha già intuito gli ampi margini di crescita di Paqueta e, sia da mezzala sia da trequartista, farà di tutto per metterlo in condizione di diventare l’arma in più del suo Milan nella (rin)corsa ad un posto in Champions League.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy